Recensione Incontri Proibiti-La passione, di Indigo Bloome

di Valentina Cervelli Commenta

Eccoci arrivati al terzo capitolo. Mi sono impegnata e con “Incontri Proibiti – La passione“, di Indigo Bloome sono riuscita (più o meno) ad arrivare alla fine del libro. L’idea ad ogni modo, sia sull’autrice che sulla serie, rimane sempre la stessa. Mi chiedo ancora effettivamente come faccia ad avere avuto successo.

Ora, intendiamoci bene: è comprensibile che dopo “50 sfumature di grigio” si siano risvegliati gli ormoni comuni, è più che accettabile tutto questo. Il problema reale, mi chiedo a questo punto, è nella traduzione dei volumi? E’ nella voglia degli editori di propinarci qualcosa di erotico, vagamente volgare, eccessivamente stupido? Quel che è certo, dopo essermi fatta coraggio con un paio di recensioni straniere prima di iniziare a leggere l’ennesimo “Incontri Proibiti” è che il popolo di lingua anglosassone si accontenta di veramente poco a livello di storie ed intrecci e che noi italiani abbiamo proprio una passione del tutto particolare per rovinare con traduzioni “ad cazzum” ogni singolo titolo di libro straniero. Forse l’unica trilogia che si è salvata è proprio quella delle sfumature.

E’ palese che anche Sylvia Day, nonostante il simil-plagio, sia decisamente più accettabile con la sua serie rispetto a questa. E il fatto di immettere all’interno del terzo capitolo una componente soprannaturale di un certo livello che se ben sviluppata avrebbe potuto far crescere decisamente di più l’intera storia, credetemi, è inaccettabile.  Soprattutto dopo tutte le stupidaggini propinate nei due precedenti capitoli. Continuo a pensare fortemente che questa trilogia non sarebbe mai dovuta essere nemmeno stampata: vi sono autori decisamente più meritevoli in giro, in ogni parte del globo.

Sarò sincera, ho saltato qualcosa qua e là in questo libro, arrivando alla fine più per spirito di sacrificio che per altro. E per comprendere se ci potesse essere un perché a tante cose appena adocchiate, vista la mia personale difficoltà nella “lettura” di questi libri. Un consiglio, risparmiatevi i soldi per libri migliori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>