Incontri Proibiti – La Seduzione di Indigo Bloome: recensione

di Valentina Cervelli Commenta

Cari detrattori di “Cinquanta sfumature di grigio“, dobbiamo ricrederci:  E.L. James è stata un genio. Perchè la certezza che peggior libro rispetto al suo non esista crolla miserabilmente davanti a “Incontri proibiti – La Seduzione“, di Indigo Bloome. Che Dio ed il santo protettore dei libri ci aiutino ad uscirne vivi.

Vi dirò, forse in pieno stile masochista mi spingerò, tanto per per fare una recensione altrettanto bastarda, a leggere anche il secondo volume, ovvero “Incontri proibiti – La Tentazione“. E forse anche il terzo in uscita in aprile per comprendere fin dove si spingerà l’autrice. Probabilmente potrei rilanciarmi dopo questo libro anche nella rilettura delle Cinquanta sfumature apprezzandola sul serio.  A meno che non ve lo regalino, o abbiate voglia di leggere il libro più idiota esistente sulla faccia del pianeta in merito di sesso, non azzardatevi per il vostro bene. Avete presente la lista dei libri da non leggere che vi abbiamo fatto qualche tempo fa? Ecco, rimpiango di non aver atteso finora: questo libro avrebbe conquistato tutte e cinque le posizioni a parimerito.

Sono assolutamente sconvolta. Soprattutto perchè è un libro che vende ed ha venduto. Ma stiamo scherzando? L’unica consolazione è che non sia scritto malissimo (ma anche su questo possiedo qualche superficiale dubbio). Tra le sigle e i nomignoli affibbiati alla protagonista, alla sua stupidità ed all’assurdità della trama davvero non so cosa ci sia di peggio. Il problema reale? Puoi anche elencarmi minuziosamente ogni minimo secondo di un rapporto sessuale di qualsiasi genere: non vi sono problematiche se il testo, per quanto spinto o fantasioso sia culturalmente stimolante. Non sono riuscita a trovare una pagina che non mi abbia fatto pensare “si, vabbè è assurdo; ma che è scema questa; ma che pensava l’autrice”.

Lo ripeto, fa rivalutare anche il peggior libro mai letto. Ed è deprimente che sia un libro erotico, per di più. Il consiglio? Tenetevi lontani da quest’opera con tutte le vostre forze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>