Maturità 2013, è uscito Claudio Magris. Chi è?

di Valentina Cervelli Commenta

Ogni pronostico è fallito. Alla maturità 2013, i 50o mila studenti che l’hanno affrontata questa mattina con la prima prova, si sono trovati davanti all’analisi del testo che non si aspettavano, quella di un estratto de “L’infinito viaggiare” di Claudio Magris. Molti di voi si staranno chiedendo chi sia. Vi rispondiamo noi.

Claudio Magris viene definito germanista e critico. E’ un collaboratore del Corriere della Sera, per il quale ha scritto spesso pezzi toccanti e di cuore. Ma è soprattutto uno scrittore di saggi e romanzi che è stato in grado di riscoprire e riportare alla luce il filone ebraico della letteratura tedesca, andato quasi perduto e dimenticato. Nel 2007 stava per aggiudicarsi il premio Nobel alla letteratura. Non l’ultimo arrivato, di certo. Ma sicuramente un autore che nessuno si sarebbe aspettato di trovare alla maturità 2013. Ci eravamo abituati ad autori contemporanei morti, non a viventi. E per quanto possibilmente fiduciosi, difficilmente sarà stato affrontato dagli alunni nel corso del programma scolastico.

Tra le sue opere, per l’appunto, figura “L’infinito viaggiare“, un saggio del 2005.  Edito da Mondadori, le 243 pagine di questo volume vivranno senza dubbio di memoria sempiterna per i maturandi del 2013. Per tutti gli altri, diamo un’occhiata alla sinossi. Il libro è in pratica una raccolta di scritti, ricordi ed appunti raccolti dal 1981 al 2004 dall’autore legati indissolubilmente e in qualche modo resi speciali dalla prefazione di 28 pagine dell’autore.  Un collegamento tra viaggio e scrittura è immediato e subito spiegato ai lettori che sfogliando le pagine nel corso della lettura, scopriranno come entrambe le cose portino inesorabilmente ad un confronto con la realtà, valido per ognuno di noi.

Ogni sicurezza viene abbandonata e la scoperta ed il piacere derivante da essa diventano primari. Ci concedete un commento? E’ stata davvero una scelta crudele per l’analisi del testo, sebbene indubbiamente riuscita nello stimolare il pensiero dei maturandi che l’avranno scelta.

Photo Credit | Getty Images

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>