J.K. Rowling stroncata da Michiko Kakutani

di Valentina Cervelli Commenta

j.k. rowling stroncata michiko kakutani

Nemmeno Michiko Kakutani, critico Premio Pulitzer del New York Times riuscirà a distogliermi dall’obiettivo di leggere “The Casual vacancy”: la critica che nella finzione fu in grado di far impallidire anche Carrie Bradshow, nella realtà ha stroncato totalmente J.K. Rowling nel suo primo romanzo “da adulti” arrivando a definirlo addirittura insulso.  Pazzesco.

E’ vero che J.K. Rowling ha più volte sostenuto di non leggere le recensioni, ma quella della Kakutani pesa da morire anche se solo riportata a voce. Anche (o soprattutto) nei confronti di una scrittrice come la mamma di “Harry Potter”, colei che è stata in grado di appassionare per più di un decennio milioni di lettori. Una cosa non da poco. Eppure la critica nippo-americana non risparmia assolutamente nulla all’autrice e commenta:

Il mondo reale che ha presentato in queste pagine è così banale, così deprimentemente pieno di cliché che “Casual Vacancy” non è solo deludente: è insulso. E’ come se il dover scrivere sul mondo reale abbia inibito l’immaginazione miracolosamente inventiva della Rowling, privandola della tensione tra il mondano e il meraviglioso e bloccando la sua capacità di creare un mondo a due dimensioni, non parliamo di tre. C’è solo da sperare che non cerchi di arricchire il mondo Babbano di Pagford (il villaggio al centro della nuova avventura letteraria) in altri volumi, ma decida di occuparsi di qualcos’altro più interessante e sentito in futuro.

Parole pesanti che si aggiungono ad un altro piccolo incidente riguardante la storia comune delle due donne. Nel 2007 infatti Michiko Kakutani fece arrabbiare scrittrice e fan per aver pubblicato con due giorni di anticipo rispetto all’uscita in libreria “Harry Potter ed i doni della Morte”.

Intanto i numeri di vendita registrati stanno superando le più rosee aspettative rispetto ad un cambio di genere così palese: che ancora una volta pubblico e critica si trovino su due piani di valutazione completamente differenti?

Photo Credit | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>