Giornata della memoria: altri consigli

di Valentina Cervelli Commenta

Il mondo letterario riguardante la Shoah, sebbene non molto pubblicizzato purtroppo, è fortunatamente molto ampio. Approfittiamo quindi dei consigli che una rivista come Panorama condivide, per farvi conoscere qualche libro interessante da aggiungere alla propria libreria. Domani verrà celebrata in tutto il mondo la Giornata della memoria: è importante continuare a non dimenticare quale livello di barbarie la supremazia nazista è stata in grado di produrre.

Iniziamo prima di tutto con un tema che molti lettori troveranno ” congeniale”. Parlo di Anne Frank: in molti sicuramente tra di voi avranno letto il diario. Edito dalla Newton & Compton, abbiamo “La stanza segreta di Anne Frank” di Sharon Dogar. Il libro in questione ovviamente ricalca in modo fedele il contenuto del diario, ma riletto dal punto di vista dell’unico giovane ragazzo presente nell’alloggio segreto, Peter Van Pels. Dandoci modo di scoprire qualcosa di più di questo ragazzo, per decenni visto semplicemente attaverso gli occhi di Anna. Anche lui, come la giovane morì sotto la scure nazista, tre giorni prima della liberazione del campo nel quale era rinchiuso dopo una estenuante marcia di evacuazione: Mauthausen.

Abbiamo poi  “Pioggia sporca”, della Sinnos editrice, scritto da Fabrizio Casa. In questo caso parliamo di un romanzo, di una ricerca che parte dai giorni nostri fino ad arrivare ad affrontare la seconda guerra mondiale e con essa la deportazione degli ebrei e dei nemici politici e la loro permanenza nei campi di sterminio. Un viaggio a ritroso nel tempo che nasce da una diatriba tra giovani italiani e giovani rom, fino alla scoperta della condivisione, da parte dei loro nonni, della triste avventura nei campi di concentramento nazisti.

Ancora più importante, perchè concepito per un pubblico adolescente, è “La stella nel pugno” di Robert Sharenow  ed edito in Italia dalla Piemme. E’ una storia d’amore e sport, che ha però per sfondo la Germania nazista degli anni più bui del ventesimo secolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>