Presentazione de Il prigioniero del cielo, di Carlos Ruiz Zafón

di Giada Aramu Commenta

 La copertina, sebbene nella sua versione originale, suggerisce al lettore che le vicende narrate nelle due opere successive, L’ombra del vento e Il gioco dell’angelo, devono ancora trovare una conclusione che porterà i lettori verso risvolti incredibili che vedranno, tra i protagonisti, Daniel e Fermin e, con essi, tutto il mondo della letteratura. Il nuovo romanzo, Il prigioniero del cielo, dello scrittore spagnolo Carlos Ruiz Zafón uscirà il prossimo 28 febbraio ed è sicuramente una delle uscite editoriali più attese del 2012.

Da lettrice di Zafón, credo che il successo scatenato con il primo romanzo sia stato nettamente superiore a quello del romanzo successivo. L’uscita è però sicuramente interessante, soprattutto per chi attende da tempo una nuova svolta nella storia narrata dallo scrittore. Il libro è già disponibile per la prenotazione e il prezzo (tenetevi forte) sarà di circa 20 euro.

Ecco, da Unilibro, la presentazione del libro:

Barcellona, dicembre 1957. Nella libreria dei Sempere entra un individuo misterioso che acquista una preziosa edizione del Conte di Montecristo e la lascia in custodia a Daniel perché la consegni al suo amico Fermin. Il libro porta una dedica inquietante: “Per Fermin Romero de Torres, che è riemerso tra i morti e ha la chiave del futuro”, firmato “13”. Tra malintesi, imbrogli e minacciosi ricordi dal passato inizia l’indagine di Daniel per decifrare quella dedica enigmatica e capire quali segreti nasconde il suo fedele amico. Prima di potersene rendere conto, il giovane libraio viene catapultato in un passato che lo riguarda da vicino, dove la morte di sua madre Isabella si lega al destino di David Martin, il grande scrittore che dal carcere scrive Il gioco dell’angelo, e a quello del perfido editore Mauricio Valls, una vecchia conoscenza degli anni di carcere di Fermin. Quello che Daniel scoprirà non rimarrà senza effetti sulla sua vita, molte domande rimaste in sospeso avranno una risposta e lui si troverà in mano, inaspettatamente, la possibilità di vendicarsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>