Ebook e quotidiani: un rapporto sempre più stretto

di Valentina Cervelli Commenta

Lo stimolo sarà forse stato dato dalla necessità sempre più alta di rendere multitasking il rapporto con il lettore, o forse si tratterà di un semplice adeguamento ai tempi, ma basta scorrere i principali quotidiani in edicola per scoprire che in molti piuttosto che sui libri cartacei, stanno impegnando le loro risorse nel creare con i lettori una fidelizzazione basata sull’ebook. Penso a giornali come “L’Unità” o ancora Europa che negli ultimi tempi si stanno affacciando al mercato con offerte interessanti.

E non solo dal punto di vista dei titoli scelti o degli instant book proposti a seconda degli avvenimenti che la cronaca fornisce. E’ il processo stesso al quale si è arrivati ad essere molto particolari. Forse sbaglierò, ma ho l’impressione che il quotidano, proprio per via della sua particolare formula di approccio con il suo lettore sembra stia approfittando di questo rapporto privilegiato per sdoganare in qualche modo il libro elettronico.

Un po’ come è successo qualche tempo fa con il quotidiano online. E per assurdo, rischia di avere più successo l’approccio a piccoli passi intrapreso dai giornali che l’atteggiamento messo in atto dalle case editrici. Io ricordo quando insieme ai quotidiani (pratica tutt0ra diffusa, n.d.r.) venivano distribuite le grandi opere. Victor Hugo,  Umberto Eco. Talvolta si cedeva alla tentazione di acquistarli insieme ai quotidiani  anche se lo scrittore non era di piacimento sia per un prezzo più contenuto sia per le recensioni entusiastiche ed in qualche modo attraenti che i giornalisti ne facevano con cura nei quotidiani precedenti a quelli di uscita.

Con gli ebook è la stessa cosa. Con una sostanziale differenza. La mancanza di un supporto cartaceo rende decisamente più facile la gestione degli stessi, portando ad una facilità di consumo “letterario” maggiorata ed ad un approccio differente da parte di qualsiasi lettore che, sebbene anche solo per curiosità,  smette di essere, anche involontariamente, contrario al concetto stesso di libro digitale. Un fenomeno da tenere sotto osservazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>