L’inchino, esce l’instant book sul naufragio di Costa Concordia

di Giada Aramu Commenta

 Uscirà la prossima settimana il primo instant book sul naufragio della Costa Concordia, un evento tragico che ha occupato le prime pagine di tutti i quotidiani, italiani e non, e che dovrà ancora fare chiarezza su molti punti, aspetti ancora oscuri della vicenda sui quali verrà presto fatta luce. L’instant book, dal titolo L’inchino. Storia di un naufragio è stato scritto dalla giornalista Mara Parmegiani, autrice del libro e passeggera a bordo della nave che, dopo l’esperienza, ha scelto di narrare quanto accaduto. Proprio dal suo personale vissuto nasce il primo instant book sul caso, un volume inedito che mette l’accento sulle irreggolarità che si sono svolte a bordo e sulle emozioni vissute all’interno della nave.

Da quei momenti di terrore, dalla paura di poter perdere tutto e di non poter più riabbracciare più i propri cari nasce così il primo di una (probabile) lunga serie di testi scritti sul naufragio, una vicenda che ancora accompagna le edizioni di ogni telegiornale e sulla quale molti di noi hanno già un’opinione chiara.

L’instant book verrà pubblicato da Rotoform (casa editrice presso la quale la giornalista ha già pubblicato altri libri) e, se avete fatto anche voi un giro in rete, noterete che non tutti dimostrano di essere d’accordo con una scelta editoriale così importante. Tra questi, sono numerosi i lettori che si dichiarano contrari all’idea di voler pubblicare un volume su una vicenda che ancora giace sul tavolo dei tribunali italiani.

Trattandosi di un volume personale, in molti potrebbero però decidere di acquistarlo: l’instant book racconta una vicenda privata e, nonostante la televisione e i giornali abbiano già affrontato a lungo questa vicenda, l’esperienza reale di un passeggero che vissuto questo incubo potrebbero rivelarsi una lettura interessante. A questo proposito, poche, ma importanti, le prime parole (in anteprima) della giornalista: E’ come un piano sequenza dall’imbarco al naufragio. E’ un’esperienza che non auguro a nessuno.

Sarà un bestseller o un flop? A voi, e a tutti i lettori, la scelta…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>