Cinque scrittori da pubblicare in ebook

di Valentina Cervelli Commenta

Da quando l’ebook è diventato parte integrante del nostro modo di concepire i libri, è stato quasi normale dare per scontato che gli editori pubblichino i più grandi autori sia in versione cartacea che elettronica. Eppure non è così, assolutamente. Quindi oggi voglio indicarvi cinque scrittori che dovrebbero essere al più presto pubblicati in ebook.

Diciamo che in questa “classifica” molto particolare inserirò comunque autori che se hanno visto la pubblicazione digitale, lo hanno fatto solo ed esclusivamente per volontà propria e progettuale e non per volontà delle case editrici italiane che detengono i diritti di pubblicazione nel nostro paese. Quello che sembrano non capire queste ultime, è che in questo modo automaticamente il lettore cadrà nelle spire della pirateria.

1) Stephen King. Qui la lingua batte davvero dove il dente duole. Ora, chi vi scrive, fan appassionata, ha praticamente tutte le opere in formato cartaceo ed alcuni ebook. In lingua inglese però. In italiano trovare un libro digitale del Re è impossibile, a meno di non incorrere in file “self made” che ovviamente non sono legali ma che ovviamente spopolano tra coloro che vogliono avere i libri dello scrittore sempre a portata di mano anche fuori casa.  E parliamo di uno degli scrittori che per primi hanno sperimentato con l’ebook.

2) William Golding. Vi sembra possibile che un’opera come “Il Signore delle Mosche” non debba essere presente in nessun catalogo? Vi sono dei momenti che vorrei essere una mosca negli uffici delle case editrici per tentare di captare il perché di scelte del genere.

3) Clive Clusser. Per ciò che riguarda questo grandioso autore, solo “Morsa di Ghiaccio” del 2010 è presente qui nel nostro paese in formato ebook.  E’ impossibile pensare che anche lui subisca questo trattamento. Una versione elettronica delle sue opere gioverebbe alla sua fama ed ai guadagni dell’editore. Eppure, non si muove una foglia in tal senso.

4) Isaac Asimov: qui proprio, non servirebbero commenti. Sebbene non mi piaccia il genere, è come non pubblicare versioni digitali della Bibbia ( e di quest’ultima ne sono disponibili a iosa, N.d.R.)

5) Richard Matheson. “Io sono Leggenda“, lo ricordate? Ecco, del suo autore non ve ne è disponibile nemmeno una di opera in ebook.

E con questo elenco ho grattato solo la punta dell’iceberg. Vi rendete conto?

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>