Cinque motivi per preferire il libro cartaceo all’ebook

di Valentina Cervelli 1

Spread the love

Siamo gli avvocati del diavolo, coloro che amano i libri in ogni loro forma. Ecco perché oggi ci rispondiamo da soli sui motivi per i quali è preferibile leggere libri cartacei invece degli ebook. Cinque motivazioni per le quali favorire la tradizione piuttosto che il rinnovamento.

E dimenticate per un momento il fatto che chi vi scrive spesso esalta il libro digitale: questo non significa che non ami la carta e tutto ciò che il libro cartaceo ha sempre rappresentato: 29 anni di vita insieme vissuti prima dell’arrivo dell’ereader non sono pochi.

1) Il libro cartaceo è sempre presente. Più che l’ebook, da questo punto di vista la colpa è dell’ereader. Ma leggendo un volume tradizionale non rischierete mai di “esaurire la batteria” e rimanere con un palmo di naso improvvisamente, crogiolandovi negativamente nell’attesa della ricarica del vostro dispositivo.

2) Il libro tradizionale è un’esperienza sensoriale. Non si tratta solo del tatto, le cui sensazioni sono ovviamente più forti e corpose rispetto a ciò che si “ha tra la mani” quando si legge un ebook. Quando si legge un libro entra in gioco soprattutto l’olfatto. L’odore incredibile di un volume nuovo di zecca, il classico odore dei libri antichi, che sanno di vissuto e di vita… un esperienza incredibile ed ineguagliabile.

3) Il libro cartaceo è più facile da maneggiare. E’ senza ombra di dubbio molto più semplice da gestire. Ed in qualche modo, a prescindere dalla grandezza, fa anche meno male se ti cade in faccia se ti addormenti mentre leggi. Senza contare che è un ottimo cuscino se ci si addormenta sopra.

4) Qualsiasi titolo esce sempre in cartaceo. Potrà sembrare una motivazione stupida, ma il libro tradizionale è il libro per antonomasia… l’ebook viene dopo e non sempre le case editrici puntano contestualmente anche su questo formato.

5) Può essere facilmente prestato. Nessuno viene a controllare se lo prestate a più di 5 persone, nessuno ve lo può cancellare.

Photo Credit | Getty Images

Commenti (1)

  1. Non posso fare a meno della carta stampata: amo i libri da quando avevo 7-8 anni quindi per me sono una ricchezza che periodicamente rileggo perchè ogni volta mi rendo conto di aver perso un concetto, una descrizione, ecc. Li amo perchè si cresce insieme e se talvolta li ho persi perchè mai più tornati indietro, li ho ricomprati. Rileggendo i più vecchi li trovo con le pagine ingiallite ed è bellissimo sfogliare le pagine, sentire la diversità di spessore di ogni singolo foglio, annusare il suo odore caratteristico.
    Come posso solo pensare di leggere un libro da una scatoletta? per me è una cosa statica che non mi da assolutamente le sensazoni che può dare un buon libro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>