L’ebook stanca meno del libro cartaceo?

di Valentina Cervelli Commenta

ebook stanca meno libro cartaceo

Leggere libri su ereader o tablet è più facile che sui libri cartacei? Una ricerca condotta in Germania sostiene che l’ebook sia più facile da leggere rispetto al libro tradizionale e che chi si oppone è solo vittima di un pregiudizio contro la tecnologia. Voi cosa ne pensate?

Sinceramente a me la prima cosa che è venuta in mente è che se mi cade in testa l’ereader se mi addormento leggendo un tomo tipo It di Stephen King, mi faccio sicuramente meno male se a finirmi sul naso è il tomo di mille pagine cartaceo di circa due chili. Scherzi a parte, vi confesserò che per me i due supporti sono decisamente intercambiabili, tolta un pizzico di sofferenza relativa all’impossibilità di sfogliare in avanti con facilità e la visualizzazione delle foto in bianco e nero. Ma parliamo di un ereader: già chi li legge su tablet questo problema non ne ha.  Secondo lo studio teutonico sono gli over sessanta a non gradire a priori l’ebook, salvo poi doversi ricredersi quando leggendolo scoprono di sforzarsi e di stancarsi di meno, soprattutto grazie alla possibilità di ingrandimento dei caratteri.

La parte interessante di questo studio, anche per un comune mortale al quale interessa solo leggere e non il modo nel quale lo fa,  consiste nel fatto che sia i giovani che i più adulti hanno mostrato di prediligere la carta, ma che a livello fisico, i “migliori risultati” sono stati raggiunti attraverso la lettura di ebook, sia in quanto a sforzo impiegato, sia nell’apprendimento del testo letto.

Tutto ciò apre, incontrovertibilmente, un altro problema: quello della scarsa cura (purtroppo) che l’editoria sta prestando al cartaceo che ovviamente tende a salvaguardare. Vi è capitato di comprare ebook e libri cartacei negli ultimi tempi? Potete anche non crederci, ma io ho trovato molti più errori di stampa nei secondi che errori di battitura nei primi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>