Il tablet mette a rischio l’ereader?

di Valentina Cervelli 2

C’è chi ventila, quasi sotto voce, che il tablet possa mettere a repentaglio la vendita degli ereader. Voi lo considerate possibile? Sinceramente chi vi scrive la trova una ipotesi un tantino campata in aria. Almeno fino a che esisterà una netta distinzione tra coloro che voglio leggere un libro e chi ha bisogno di una sorta di computer portatile senza tastiera per gestire applicazioni e file multimediali.

Non si tratta di un attacco nei confronti del tablet, anzi. Ma è necessario riconoscere che si parla di due cose nettamente differenti, da utilizzare per scopi precisi che differiscono tra loro. Anche se il tablet può essere utilizzato senza problemi per leggere un ebook. A patto che si prendano delle precauzioni per non far stancare troppo la vista. Può essere considerata una cosa scontata, quella che in America chiamerebbero “the same old story”, la stessa vecchia storia. Eppure ve lo chiedo: per leggere, chi di voi ha esperienza con il digitale, preferisce un ereader o un tablet?

I lettori di ebook assidui, sicuramente propenderanno per la prima ipotesi. Ed è impossibile fare altrimenti. Perché ci ha modo di lavorare-svagarsi su tutti e due, è ben cosciente che mentre con l’ebook reader lo sforzo degli occhi è lo stesso riscontrabile leggendo un normale libro, nel caso del tablet è come se si rimanesse costantemente ad un pc. Ritenere il tablet capace di competere con l’ereader perchè il mercato offre modelli sempre più competitivi dal punto di vista del prezzo e della tecnologia non è accettabile in toto.

Bisogna essere in grado di stabilire una netta differenza tra le due cose. Se così non fosse, molte aziende punterebbero solo su una soluzione invece che su entrambe le tipologie, come ad esempio fa Amazon. Se l’ebook decollerà definitivamente, con le nuove tecnologie e-ink presentate negli ultimi tempi ci sarà davvero da divertirsi.

Commenti (2)

  1. Penso anche io che i due prodotti possano coesistere senza farsi troppa concorrenza. Il lettore di ebook potrebbe diventare uno strumento fondamentale per chi di mestiere legge e magari scrive; il tablet, finché lo schermo sarà faticoso per gli occhi come quello di un computer, non sarà un buon sostituto.

    1. Giusto. Intendevo proprio questo. 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>