Cinque libri da leggere contro la depressione

di Valentina Cervelli 2

Ci sono dei momenti nei quali un libro può essere la giusta cura per quegli stati d’animo pregni di tristezza e depressione. Oggi vogliamo indicarvi cinque libri che per motivi differenti possono essere adatti a portare un pizzico di buonumore nella vostra vita o per lo meno distrarvi dai pensieri che vi assillano.

La nostra classifica ideale non è composta solamente da libri velati di comicità. La commedia aiuta, è vero, ma non è un genere esclusivo quando si è giù di morale. Talvolta un buon libro fantasy può fare molto di più di qualsiasi battuta comica.

1) Il diario di Bridget Jones di Helen Fielding. Lo inserisco al primo posto perchè solitamente sono le pene d’amore a far piangere di più le persone, a prescindere dall’età e dal sesso. E le avventure di Bridget, in tutti e due i libri appaiono onestamente perfette per far salire il morale e battere la depressione. Insomma, inutile negare che parliamo di una delle figure più “sfigate” e dolci dell’intera categoria dei single della letteratura.

2) Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve, di Jonas Jonasson. E’ una sorta di manuale di vita racchiuso all’interno di una storia che al contempo diverte ed insegna. Una lettura differente, forse un po’ troppo formale ogni tanto, ma parliamo di un vecchietto di 100 anni che scappa da una casa di riposo, non potete pensare parli “moderno”! Scherzi a parte, è un volume perfetto per farsi passare qualsiasi paturnia.

3) Il signore degli Anelli di J.K.K. Tolkien. Un must che torna utile al nostro scopo per due motivazioni ben differenti: la storia, ben congegnata ed articolata e la sua lunghezza. Basta l’impegno necessario a comprendere questo capolavoro a distrarre il lettore dai propri problemi personali.

4) Harry Potter e la pietra filosofale di J.K. Rowling. E’ una lettura che unisce insieme la possibilità di farsi qualche risata, il comprendere che c’è speranza per tutti e contemporaneamente dare modo a chi legge di tornare un po’ bambino, e fare finta che non esistano problemi.

5) Baciami come uno sconosciuto, di Gene Wilder. E’ una autobiografia ma per esperienza personale posso assicurarvi che è perfetta per far dimenticare qualsiasi problema.

Photo Credit | SXC

Commenti (2)

  1. i costi della depressione secondo l’organizzazione mondiale della sanità (OMS) sono (in termini di cure e tempo perso per invalidità temporanea) ai primi posti nelle classifiche mondiali.
    Spiegazioni approfondite+ consigli concreti + prescrizioni pratiche per un percorso di auto-aiuto, reale, sul recentissimo saggio “Il manuale pratico del benessere” (edizioni Ipertesto) alle pagine seguenti: 9, 38, 66, 77, 112, 124, 146, 163, 238, 249, 271, 300, 335, 380, 446, 457, 482 e 550 .

    1. noi puntavamo sinceramente a dare un sollievo low cost alla malinconia, sebbene abbiamo scelto di utilizzare il termine depressione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>