Esce il 2 marzo “Vieni via con me” di Roberto Saviano

di Valentina Cervelli 3

Roberto Saviano è un autore che fa discutere. Lo è stato fin dal suo esordio. Il prossimo 2 marzo uscirà “Vieni via con me”, raccolta dei monologhi che lo scrittore ha recitato qualche tempo fa nell’omonima trasmissione televisiva condotta con Fabio Fazio.

Un libro che ha rinfocolato diverse polemiche anche se, si sa, il contenuto è tutt’altro che inedito. Parte del perché va ricercato non nei contenuti, ma nel cambio di editore  avvenuto sotto un forte clamore mediatico.

Il libro sarà infatti edito da una differente casa editrice rispetto a Gomorra. Un cambio di rotta: fino ad ora, nonostante degli stralci polemici che riguardavano più la politica che la letteratura, a pubblicare le opere del giornalista ci pensava la Mondadori. Con ampio riscontro sia per lo scrittore che per la casa editrice. “Vieni via con me” verrà pubblicato sotto il marchio della Feltrinelli. E non si esclude che sia il primo di una serie.

Ma cosa conterrà la raccolta? E’ presto detto.  All’interno del volume sono raccolti i monologhi, tutte le storie dei protagonisti e gli aneddoti relativi a tutti quei personaggi ed a quelle situazioni che risultano scomode, delle quali non si vuole parlare, ma che i lettori spesso bramano. Ecco quindi che sarà possibile leggere individualmente e con calma i monologhi composti da Saviano sulla ‘ndrangheta al nord, sull’inquinamento della terra, sul terremoto de l’Aquila e sul caso Welby. Sull’eutanasia e molto altro.

Perché se a causa della spettacolarizzazione si rischia di perdere qualcosa, come sostenevano gli antichi, “verba volant et scripta manent”, ovvero “le parole volano, ma lo scritto resta”. E quando si legge, difficilmente si dimentica.

Nel libro non manca poi il racconto, da parte dello stesso Roberto Saviano, di come sia arrivato alla conduzione della trasmissione ed una spiegazione, dal suo punto di vista, a proposito del grande ed immediato successo della stessa.

Commenti (3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>