Se non ora quando, di Eve Ensler

di isayblog4 Commenta

Sono anni che Eve Ensler con i suoi Monologhi della vagina, si batte non solo contro le violenze che le donne da sempre subiscono in ogni parte del mondo, ma anche perché cresca la consapevolezza della nostra identità, dei nostri diritti, della nostra specificità di esseri umani di sesso femminile.

Lo scorso anno, Piemme aveva pubblicato, della stessa autrice, Io sono emozione, dedicato alle ragazze più giovani ma indicatissimo anche per noi lettrici over “anta”.

Quest’anno sempre la Piemme ci propone invece Se non ora quando, una raccolta di racconti recitati nel 2006 a New York in occasione del Festival Until the Violence Stops. Tra gli autori, nomi famosi del panorama letterario statunitense.

La raccolta, edita negli Stati Uniti nel 2007 e il cui titolo originale è A Memory, A Monologue, A Rant and A Prayer, si avvale, tra le altre, delle firme di Dave Eggers, Jane Fonda, le stesse Eve Ensler e Mollie Doyle, curatrici del volume, Alice Walker, Susan Miller, Erin Cressida Wilson, Ariel Dorfman, Michael Cunningam.

I racconti, ceduti gratuitamente per lo spettacolo e la pubblicazione, esplorano la condizione femminile a partire da storie vissute o conosciute direttamente dagli autori e dalle autrici. Le protagoniste hanno età, origine e formazione molto diverse tra loro. Alcune storie sono stupefacenti, come quella di Betty Gale Tyson, che ha passato venticinque anni in galera a scontare un delitto che non ha commesso. Altre sono sconvolgenti e tristi. Altre, e non lo dico in modo gentile, di ordinaria amministrazione.

Da tutte però emerge prepotente la forza delle donne. Forza repressa con la violenza, forza messa a tacere, forza educata a mascherarsi da remissione e tranquillità. Una forza che se incanalata a dovere produce liberazione. Liberazione di se stesse, di altre donne e anche del mondo maschile, imprigionato in schemi emotivi e di pensiero che ne limitano libertà e possibilità.

Quando ho cominciato a leggere il libro, temevo che mi sarei ritrovata di fronte ad una serie di storie difficili da digerire, che mi avrebbero, ve lo dico, rovinato la giornata. Invece, sorprendentemente, i racconti trasmettono tutt’altro genere di emozioni. Certo, per chi è a digiuno dell’argomento, alcuni sono un pugno nello stomaco.

Per chi invece si interessa da tempo alle questioni di genere e al tema della violenza sulle donne, i racconti, l’uno accanto all’altro, sono come una squadra: forte, compatta, complessa, stimolante. Che regala una nuova opportunità di pensiero e consapevolezza. Da regalarsi e regalare.

L’estate negli anni Settanta era sporca ed erotica. Non serviva sapere cosa fosse il sesso per capire che effetto faceva. Camminando per strada con la mia matrigna vedevo gli uomini che si voltavano come se lei andasse in giro a seno nudo con la panna montata sui capezzoli, e mi sentivo un fantasma. La stessa sensazione che avevo quand’ero nella stessa stanza con lei e mio padre.[…] Riusciva a dirgli con un’occhiata che se non le avesse dato quel che lei voleva, non avrebbe ottenuto nulla. Io volevo quel potere.

Autore: Eve Ensler e Mollie Doyle (a cura di), Autori Vari
Titolo: Se non ora quando
Introduzione: Eve Ensler
Traduzione di Annalisa Carena
Editore: Piemme
Anno: 2012
Pagine: 252
Prezzo: € 15,00
ISBN 978-88-566-2563-9

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>