Per tutti gli sbagli di Irene Cao, recensione

di Valentina Cervelli Commenta

per tutti miei sbagli irene cao recensione

Per tutti gli sbagli” è riuscito in parte a farmi ricredere su Irene Cao. Quello che pensavo sulla sua trilogia precedente è essenzialmente rimasto invariato. Ma in qualche modo questa nuova opera ha mostrato di avere del potenziale che non avevo visto negli altri libri.

Su questa autrice ho sempre pensato che avesse una buona mano e uno stile buono ma che il potenziale che aveva fosse andato sprecato in una trilogia che memore di “50 sfumature di grigio” potevamo anche risparmiarci. Nel caso di “Per tutti gli sbagli” la storia è differente e per quanto in qualche modo come in tutti i libri erotici, nessuno escluso, ricalca un poco una strada che già conosciamo è difficile dire che questo libro non sia piacevole da leggere. Di sicuro è un’ottima lettura estiva, adatta da essere sfogliata sotto l’ombrellone mentre si sorseggia una bibita fresca.

Lo stile di Irene Cao qui, lo ripeto, è differente da quello dei libri precedenti e questo personalmente l’ho trovato confortante. L’ambientazione non è niente male: richiama molto i colori e gli odori di una certa Italia che è quasi impossibile ritrovare ai nostri giorni e questo è un punto a suo favore. Per il resto è un romanzo che potrei definire a gusto. Non so onestamente se possa essere apprezzato da tutti e non perchè è un libro erotico, ma semplicemente perchè quando si tratta di questa particolare categoria d’autore, il libro deve entrarti dentro. Nel mio caso sento di non dovermene lamentare troppo e pensando a come ho vissuto le sue precedenti opere, diciamo che è già un buon passo avanti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>