Natale 2019: i libri da regalare

di Valentina Cervelli Commenta

Natale 2019 e libri da regalare: come regolarsi? Un buon romanzo è sempre una scelta valida quando si tratta di scegliere doni per questa festività: per quanto si dica sempre che si legga di meno rispetto al passato, il fascino di un simile regalo non passa mai.

Libri autografati e rari

A prescindere da quello che può rivelarsi l’autore preferito di ognuno, un regalo che davvero è in grado di lasciare il segno in una persona che ama i libri è rappresentato dai libri autografati e rari. In quest’ultimo caso ovviamente è necessario avere un budget di un certo tipo ed una conoscenza profonda del settore: ma è fuori da ogni dubbio che il regalo di un libro raro fatto a qualcuno che possiede una particolare passione per un autore o per il genere rappresenti il top della scelta che si potrebbe fare.

E se prime edizioni o particolari rarità sono perfette per tutti quei volumi legati a scrittori che ormai non sono in vita, per coloro che fortunatamente riempiono le classifiche vi è l’opzione del libro autografato. La reazione sarà sicuramente di felicità e contentezza: è incredibile la sensazione che si ha quando si può stringere tra le mani il romanzo del proprio autore preferito sapendo che è stato lui stesso a tenerlo in mano e a lasciarvi un segno di “riconoscimento”. Difficilmente si rischia di sbagliare in questo caso.

Libri anti-Natale e comici

Un altro must generale, se si ha la libertà di regalare libri alle persone che amano leggere è quello di puntare su romanzi o “saggi” comici: regalare una buona risata non solo è un ottimo dono ma rappresenta anche una buona azione da fare. La scelta è davvero immensa da questo punto di vista: si può infatti optare per una Luciana Littizzetto, praticamente evergreen, o scegliere uno dei tanti comici che oltre ad affollare le nostre televisioni riempiono anche gli scaffali delle librerie. Davvero ve ne è per tutti i gusti e per tutte le tasche.

Per chi è dotato di sagacia ed ironia vi sono poi i libri anti-Natale: in quel caso la selezione deve avvenire con cura, scegliendo degli autori che sanno il fatto loro e sanno come esternarlo. Due tra tutti? Andrea G. Pinketts del quale un immancabile da leggere è “E dopo tanta notte strizzami le occhiaie” e  Fëdor Sologub con il suo “Peredonov, il demone meschino”: se ci deve essere un approccio con la letteratura russa nella propria vita questo libro è uno strumento di cui usufruire.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>