Ludacris regala 250.000 libri agli studenti di New Orleans

di isayblog4 Commenta

Spread the love

Il caro libri non sembra mettere in ginocchio solo l’Italia, anche gli Stati Uniti accusano il colpo della crisi economica rovesciando sulle classi meno abbienti difficoltà insormontabili. Per fortuna, per gli studenti di New Orleans le cose potranno presto migliorare grazie all’aiuto di Ludacris, il rapper americano dal cuore tenero che, oltre smessi momentaneamente i panni dell’imperdonabile tombeur des femmes, ha deciso di regalare agli studenti ben 250.000 libri.

L’iniziativa è stata resa possibile grazie alla collaborazione tra il rapper e DoSomething (associazione dedicata al volontariato) grazie ai quali l’anno scorso era stata fondata la Epic Book Drive, un’associazione che si preoccupava di portare gli strumenti scolastici a tutti i bambini che, a causa dell’uragano Katrina, erano impossibilitati a seguire le lezioni e a preparare le lezioni e i compiti assegnati per casa. Qualche giorno fa il rapper è tornato a preoccuparsi della situazione dei giovani studenti dichiarando che avrebbero distribuito 250.000 libri a 30.000 studenti. I libri regalati dal rapper serviranno inoltre a rifornire le 69 biblioteche scolastiche che, ad oggi, navigano in pessime acque.

Il rapper si è detto molto soddisfatto della collaborazione con le altre associazioni e la notizia ha fatto felici gli studenti di New Orleans e le loro famiglie, nuclei familiari che ancora oggi portano le cicatrici di una disgrazia atmosferiche che strappò dalle mani di molti case e averi.

Il rapper da anni è impegnato in azioni di beneficienza prendendosi cura delle fasce più deboli, soprattutto i bambini. Non a caso Ludacris vinse l’anno scorso il premio Humanitarian Award, un riconoscimento che gli venne distribuito per il suo impegno costante nella protezione delle classi più povere degli Stati Uniti, un impegno che il rapper ha assunto da anni e che, per questa continuità, si dimostra frutto di un interesse sincero e responsabile, ben diverso dunque dall’interesse commerciale propagandato da molte star di cinema, televisione e musica. I nostri complimenti, Ludacris, speriamo che in molti seguano il tuo esempio!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>