Ivana Spagna esce domani con “Briciola, storia di un abbandono”

di Valentina Cervelli Commenta

Spread the love

Ivana Spagna torna da domani in libreria. Ma non con una nuova puntata della sua autobiografia bensì, al pari di molti altri personaggi dello spettacolo, con una fiaba scritta appositamente per i bambini. Il libro sarà disponibile da domani con diversi contenuti ultimediali contenuti in due diversi cd. Nel primo vi saranno contenute due tra le sue due canzoni più belle e e nel secondo l’audiolibro recitato direttamente dall’artista.

Sarà che si avvicina il natale e che quindi le uscite letterarie diventano la regola in previsioni dei regali relativi alla festività, ma Ivana Spagna torna a riempire gli scaffali a soli sette mesi dall’autobiografia “Quasi una confessione! Tutto quello che non ho mai detto”,  in un modo davvero differente. Dedicandosi quindi ai bambini ed agli animali, due argomenti che stanno molto a cuore alla donna.

Ecco quindi uscire in libreria, grazie alla casa editrice piemontese Ananke EdizioniBriciola, Storia di un abbandono”, una favola che Ivana Spagna ha deciso di scrivere per insegnare ai bambini l’amore che lei stessa prova apertamente per gli animali. Sebbene inedita fino ad ora, Ivana ha composto questa fiaba circa dieci anni fa, nel 2002, riuscendo tra le altre cose con la stessggiudicarsi  il Premio Letterario Internazionale Ostia Mare 2003 nella sezione “Letteratura per l’infanzia”.

Nel primo cd, come vi abbiamo anticipato, vi saranno due canzoni: Restiamo insieme e Il cerchio della vita, colonna sonora del film “Il re Leone”. Ovviamente a livello letterario il segmento di news più importante riguarda il fatto che al volume cartaceo la cantante abbia voluto aggiungere anche l’audiobook da lei stessa recitato.  Le cronache ci insegnano che Ivana Spagna sia sempre stata un’artista in grado di puntare in alto per ciò che riguarda il multimediale: nel 2008 ha ricevuto, tra le altre cose, anche una Laurea Honoris Causa in Scienze della Comunicazione a Roma.

In questo caso ha voluto utilizzare, come sostiene lei stessa, un mezzo semplice per insegnare contenuti importanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>