Federico Moccia ritorna: L’uomo che non voleva amare

di Valentina Cervelli 2

Federico Moccia è uno dei più prolifici autori italiani: con le sue storie adolescenziali (e non) ha fatto sognare generazioni intere. Ora torna nelle librerie con un libro totalmente nuovo rispetto ai suoi standard: “L’uomo che non voleva amare”.

Come lo stesso autore ammette, si tratta di un romanzo più maturo, di tutt’altro tenore rispetto ai titoli come “3 metri sopra il cielo” o “Scusa ma ti chiamo amore” dal quale, tra l’altro, è stata prodotta una trasposizione cinematografica con Raoul Bova.

Questa volta ad essere protagonista della storia è un uomo, Tancredi, dalle qualità fisiche ed economiche davvero importanti. Egli infatti possiede un’isola alle Fiji, ville in ogni parte del mondo e tanti altri beni che si aggiungono ad una bellezza fisica straordinaria. Sembra un uomo al quale non manca nulla e che non potrebbe desiderare altro dalla vita, ma non riesce purtroppo a superare un trauma del passato.

Si tratta di un uomo che odia la felicità e che ha deciso di non voler amare più. Dall’altra parte invece vi è Sofia, una talentuosa pianista dal grande talento rimasta lontana dalle scene a causa di un voto fatto per amore: la donna infatti si occupa di Andrea, il fidanzato, rimasto paralizzato in seguito ad un incidente molto grave.

Come non fosse, le due anime si incontrano e da lì è storia nota.

Le opinioni riscontrabili in rete sul libro sono contrastanti: c’è chi ormai appassionato di Moccia, trova questa opera dello scrittore una delle migliori da lui mai eseguite, corredata da una bella storia e dalla capacità di andare dritti al punto; vi è ancora chi pur apprezzando la storia disdegna il modo in cui essa è stata scritta, in uno stile un po’ troppo raffazzonato.

Vi è poi, e nonostante le vendite del libro come sempre ottimali, appunto chi sostiene che ancora una volta Moccia abbia prodotto un libro dallo scarso interesse narrativo, dei personaggi scontati, ma soprattutto dallo stile di scrittura, privo di forma, poco adatto ad essere definito romanzo.

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>