Eppure avevo ragione, recensione

di Barbara Commenta

 Eppure avevo ragione ovvero Manuale di autodifesa prima e dopo gli incidenti stradali. L’autore, Domenico Musicco, è il noto legale dell’Associazione Italiana Vittime della Strada. L’Associazione assiste tutti coloro che hanno subito un incidente stradale e che stentano ad ottenere giustizia e risarcimenti.

Musicco ci racconta, in questo libro utile e inquietante al tempo stesso, quello che può succederci da pedoni, ciclisti, motociclisti e automobilisti e come possiamo difenderci dai tanti escamotage che sembrano tutelare più chi ha provocato l’incidente che chi ne è stato vittima. I dati sugli incidenti stradali in Italia mi hanno lasciata basita.

In Italia ogni anno ci sono cinquemila morti, ventimila feriti gravi e duecentomila feriti lievi. A volte la nostra media supera di due e anche tre volte quella europea. Stessa sorte tocca ai premi assicurativi e Musicco non solo ci spiega perché, ma ci dice anche a quali dati fare attenzione nel momento in cui scegliamo una compagnia assicurativa.

Devo dire che non immaginavo che i processi contro chi ha provocato la morte di qualcuno a causa dell’alta velocità, alcol e droga, fossero talmente condizionati dalle norme sul patteggiamento né immaginavo che l’avvocato che cerca di tutelare le vittime potesse essere insultato da un suo esimio collega.

In poche pagine Musicco traccia il quadro della situazione Italiana: stato delle strade, leggi in materia, controlli e forze dell’ordine impiegati per tali controlli, assicurazioni, risarcimenti. Offre consigli di base, prendendo come esempio casi realmente accaduti, sia alle vittime sia a chi ha causato un incidente. Da leggere, soprattutto se abbiamo smanie alla Fast and Furious.

Senza poi contare le migliaia di processi di questi anni per omicidio avvenuto per incidente, che si sono conclusi con patteggiamenti, sconti di pena e pene mai scontate con famiglie distrutte e senza giustizia. Pene a otto mesi, un anno, un anno e sei mesi sempre con la condizionale e quindi solo sulla carta. E’ evidente a questo punto che è necessario introdurre il reato di omicidio stradale per i casi più gravi. E inserire in questa fattispecie anche la fattispecie dell’omicidio stradale commesso da automobilisti che procedevano a velocità abnormi e ben oltre i limiti consentiti.

Autore: Domenico Musicco
Titolo: Eppure avevo ragione. Manuale di autodifesa prima e dopo gli incidenti stradali.
Editore: Aliberti
Anno: 2012
Pagine: 160
Prezzo: € 13,00
ISBN: 9788874248759

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>