Dona Bol: le scelte di Libri e Bit

Spread the love

logo dona bol

L’iniziativa Dona Bol, che ha come scopo quello di rifornire biblioteche e scuole italiane di migliaia di libri, ci è piaciuta così tanto che anche noi di Libri e Bit abbiamo deciso di partecipare. Oggi vi racconto le mie scelte, ma nei prossimi giorni potrete leggere anche quelle di Giada e Valentina.

Certo dire che questi sono i 5 libri della mia vita è un po’ riduttivo, anche perché spero di avere davanti a me un po’ di anni e di poter leggere ancora centinaia e centinaia di libri. Diciamo però che sono sicuramente cinque libri per me importantissimi:

  1. Piccoli contrattempi del vivere. Tutti i racconti – Grace Paley
  2. I draghi di Earthsea – Ursula K. Le Guin
  3. Alla corte di mio padre -Isaac Bashevis Singer
  4. Sola a presidiare la fortezza. Lettere – Flannery O’Connor
  5. La passione di Artemisia – Susan Vreeland

Grace Paley e I.B. Singer li ho scelti perché sono grandi autori di racconti: in poche pagine riescono a farti entrare in un mondo a volte lontanissimo nel tempo e nello spazio; in poche righe riescono a rendere visibile una persona. Inoltre riescono a raccontare con acume, sottigliezza, amarezza e ironia anche le storie più dure, gli smarrimenti, la sofferenza di un popolo. Un mix che pochi autori riescono ad ottenere.

Ursula Le Guin: avrei indicato La leggenda di Earthsea, che raccoglie tutti i romanzi della serie. Una scrittrice di alto livello, che ha tolto gli elfi alla narrativa fantasy in cambio di una profondità e una ricchezza di temi che a volte non si trovano neanche nei romanzi che potremmo definire classici/non fantasy.

Flannery O’Connor: Ne ho sempre sentito parlare e dopo aver letto Nei territori del diavolo, edito da minimum fax, sono andata anche a leggermi il suo epistolario. scrittrice di grande talento, levatura, ironia. Capace, malgrado la giovane età, di un pensiero complesso, articolato, del mondo.

La passione di Artemisia: non è uno dei romanzi migliori sulla vita della pittrice Artemisia Gentileschi, ma è sicuramente molto coinvolgente. Lo leggo sempre quando mi sento un po’ giù (insieme a Harry Potter). Mi ricorda che noi donne abbiamo talento e forza da vendere.

Ecco fatto, ora però aspetto di conoscere le vostre scelte. Ce le volete raccontare? Sono molto curiosa, anche perché potreste suggerirci in questo modo nuovi titoli da leggere. Vi aspetto.

Lascia un commento