Come superare il blocco dello scrittore

di Barbara Commenta

taccuini scrittore

In un mondo in cui tutti vogliono pubblicare un proprio libro o un proprio eBook (possibilità per altro molto più semplice da attuare, a volete foriera di conseguenze nefaste per noi lettori), tendiamo a dimenticare quanto sia faticoso il lavoro dello scrittore. Parliamo del vero scrittore, non del tipo che si alza la mattina e decide di guadagnare buttando giù a tavolino una storiella che comprenda trame e keyword rispondenti alle tendenze del mercato.

Colei o colui che decidono di mettersi in gioco seriamente con la scrittura, si imbattono spesso nel panico da pagina bianca. Non ci sono le parole, le stesse che un attimo prima erano lì. Non ci sono più le idee. Il personaggio o il protagonista che fino a quel momento appariva davvero di spessore, significativo, ora giace come una marionetta vuote e non ha prospettive d’azione.

Non so come si esca da questi momenti di blocco creativo. Probabilmente ognuno di noi, ognuno di loro, gli scrittori, ha un metodo personale. Oggi, mentre bighellonavo nella rete come al solito, mi sono ad esempio imbattuta in un blog, fictionwriting, che offre qualche consiglio. Alcuni magari già li conoscete. In ogni caso cerco di sintetizzarli e di personalizzarli un po’:

  1. Scrivete qualsiasi cosa ma scrivete. Ovvero non mancate mai al vostro appuntamento quotidiano, anche quando le battute, ogni giorno la stessa quantità, che metterete su carta non faranno poi parte del vostro romanzo.
  2. Sospendete il giudizio. Il blocco si rafforza se continuate a valutare ogni singola frase che mettete per iscritto. Per il momento l’importante è riprendere confidenza con la pagina e con le parole.
  3. Pensate alla scrittura come ad un lavoro manuale. Dovete costruire una pagina dopo l’altra. Psicologicamente è più facile darci dentro se la vedete in questi termini e non se pensate di essere impegnati in una creazione artistica.
  4. Prendetevi una pausa. Probabilmente il blocco vi sta dicendo che è ora di fare un po’ di vita normale e di nutrirvi di nuovi stimoli e suggestioni.
  5. Parlate del blocco con qualcuno che può capirvi. A volte dopo una semplice chiacchierata le idee ripartono. In alternativa lavorate ad un progetto diverso in modo da non annoiarvi e da non focalizzare la vostra attenzione sempre sullo stesso argomento.

Ecco, ora mi mancano solo i consigli per superare il blocco del lettore. Volete lasciare nei commenti i vostri suggerimenti per superare queste due diverse crisi?

Photo Credits | bru76 su Flickr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>