Case di scrittori: Federico García Lorca

di Giada Aramu Commenta

 

La scorsa settimana vi avevamo presentato la casa del poeta spagnolo Federico García Lorca e affascinati dal suo alloggio nella bella città di Granada abbiamo fatto un tour virtuale nell’abitazione che accolse lui e la sua famiglia dal 1926 al 1936. La casa è ubicata all’interno del Parque García Lorca, uno spazio verde dedicato al poeta e visitato ancora oggi da lettori appassionati e dalle scolaresche di tutto il mondo.

In questa casa, oggi adibita a museo e aperta a tutti i turisti, Federico García Lorca scrisse poesie e opere tetrali tra cui le famose Bodas de sangre eYerma. Il poeta vissa nella casa di Huerta de San Vicente fino al 1936 quando venne prelevato dalla sua abitazione, incarcerato e poi assassinato. La casa rimase vuota per molti anni quando, nel 1995, venne finalmente adibita a museo aprendo così le porte a tutti i turisti appassionati di letteratura. Oggi, la casa di Federico García Lorca è considerato uno dei centri culturali più importanti della città di Granada grazie alle attività che ogni anno vengono organizzate dalla società che gestisce la sua abitazione.

La casa venne acquistata dal padre di Federico che la comprò firmando il contratto di proprietà nel 1925; la casa di Huerta era molto amata dalla famiglia che adorava trascorrere nel giardino ricco di alberi da frutta le calde serate estive della città andalusa. Nel giardino della casa Federico García Lorca lavorava senza sosta scrivendo lettere ai suoi amici lontani, raccontando loro la sua vita a Huerta e le giornate trascorse in famiglia e le ore dedicate alla scrittura: “Sono a Huerta de San Vicente, un tesoro di alberi e acque limpide con la città di Granada davanti al mio balcone, questa si stende in lontananza in una bellezza senza eguali”. Questo scriveva il poeta a Meldor Almagro nel 1928.

Oggi la casa è aperta a tutti i turisti e al suo interno è ancora possibile vedere alcuni degli arredamenti originali usato dal poeta. Trovate a questo link il suggestivo sito web della casa museo.     

[Photo Credits 11870]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>