Benedetta Parodi passa alla Rcs Libri

di Valentina Cervelli Commenta

E’ arrivato il momento del grande salto anche per Benedetta Parodi. La giornalista, fresca conduttrice da un paio di anni della rubrica culinaria televisiva “Cotto e Mangiato”, dopo aver pubblicato fino ad ora le sue ricette attraverso la casa editrice Gems, cambia totalmente rotta e si affida alla RCS libri.

L’autrice finora, ricordiamolo, ha venduto circa due milioni di copie dei suoi libri.

Passare ad un grande dell’editoria come RCS Libri non significa semplicemente avere più mezzi per esprimersi, ma al contempo dover dare qualcosa di più a livello prettamente letterario. E non dobbiamo dimenticare che all’interno del portfolio dell’editore abbiamo una “rivale” come Antonella Clerici, ormai da anni nel business dei libri culinari.

La scelta di Benedetta, tra le altre cose moglie del telecronista di Sky Sport Fabio Caressa,naturalmente è stata accettata tutt’altro che positivamente dai vertici della Gems che aveva investito molto sui manuali di cucina della giornalista. Ed il commento di Stefano Mauri, presidente ed amministratore del gruppo è stato tutto fuorché positivo.

Benedetta è stata mal consigliata.

Dal canto suo la Parodi, non nega di volere altro per ciò che riguarda la sua carriera letteraria. La donna sogna infatti di scrivere un romanzo vero e proprio. Chi lo sa che il suo recente passaggio ad un nuovo editore non riguardi proprio questa eventualità? La giornalista non smentisce ne conferma, spiega semplicemente che nel suo futuro, data la sua passione per la scrittura, potrebbe esservi un romanzo.

Ospite a Radio Due presso la trasmissione “Un giorno da pecora“, noto non solo per essere uno dei programmi a più alta frequentazione politica ma per la capacità dei due conduttori di tirare fuori dai propri ospiti anche i segreti più oscuri, a Benedetta è stato chiesto se tra le tante offerte si fosse palesata anche quella della Mondadori. La giornalista ha così risposto:

Sì, con Mondadori abbiamo parlato, ma non abbiamo trovato un accordo. Ma chi lo sa nel futuro…

Non ci resta che attendere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>