Benedetta Parodi torna con “Mettiamoci a cucinare”

di Valentina Cervelli Commenta

Non vi bastava ieri la notizia del nuovo volume di Cotto e Mangiato? Oggi le case editrici rilanciano (e rilanciamo anche noi) con il nuovo libro di Benedetta Parodi: “Mettiamoci a Cucinare”.  Un volume nel quale la conduttrice ed appassionate di fornelli condivide, senza ombra di dubbio, una cucina alla portata di chiunque. Basta pensare al suo programma televisivo.

Sappiamo dai tempi di Cotto e Mangiato che Benedetta Parodi sa cucinare. Ne abbiamo avuto conferma ne  “I menu di Benedetta”, sia cartacei che televisivi, che le piace anche farlo. Ecco quindi che la nascita e la pubblicazione dell’ennesimo progetto editoriale non deve stupire. E per due motivi: il primo è che le vendite hanno dimostrato sempre una particolare fedeltà da parte degli italiani alla sua figura; il secondo è che i libri di ricette difficilmente rimangono invenduti sugli scaffali.

Due particolari che portano ad una formula di successo.  Senza contare che questa volta la filosofia che fa da sfondo alle ricette è quella della semplicità del “cucinare easy”, come lo chiama la Parodi stessa.  Le cui categorie del libro non sono più le tradizionali. ma al contrario caratterizzate dal “poco tempo” dalla “voglia di stupire” e dall’impegno che si vuole impiegare in cucina. Come accade sempre, nella vita di tutti i giorni, a chi deve lavorare e deve pensare anche a cucinare.

E’ questo il lato bello di un’autrice di ricette come Benedetta Parodi: il suo carattere travalica il suo essere personaggio e  questo è un fattore che spinge le vendite a prescindere: stimola la curiosità, ti porta davanti allo scaffale della libreria a pensare, con il tomo tra le mani: “quasi quasi lo prendo”.

Insomma, per chi vuole avere qualche consiglio per gestire la propria cucina si tratta di un’uscita da non perdere. Se lo acquistate, fateci sapere se è al pari, in valore, dei suoi vecchi volumi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>