Alex Zanardi: biografia tra le più vendute a Natale

di Valentina Cervelli Commenta

Alex Zanardi: uno sportivo con i fiocchi ma ancor di più un grand’uomo. Una sensazione condivisa da molti a quanto pare, visto che le sua biografia risulta essere tra le più vendute della categoria in questo Natale appena passato. Lanciamo uno sguardo attento a questo libro per scoprire perché.

Partiamo dal titolo: “Alex Zanardi: un inguaribile ottimista”. Il libro scritto da Luca Corsolini ed edito da Aliberti, già partendo da ciò, invoglia all’acquisto. Più che altro per la spinta al “buon pensare” che manca in questo periodo di crisi. Ovviamente, come accade per ogni biografia che si rispetti, al suo interno viene raccontata la vita dell’atleta per filo e per segno, dando ampio spazio alla sua voglia di vivere e di gareggiare, partendo dall’infanzia sui kart fino ad arrivare all’esordio nell’handbike nelle scorse olimpiadi.

Un ottimismo che è diretta emanazione dell’umiltà di questo atleta, che non rimpiange nulla della sua vita e che ha sempre accettato ciò che la vita ha portato lui, nel bene e nel male. Una frase riportata all’interno del volume su Alex Zanardi sulla sua specialità paraolimpica spiega con semplicità il suo carattere, più di mille parole:

Ho voluto la bicicletta? E allora mi sono messo a pedalare! Il bello non è il risultato ma la preparazione. Il bello non è la meta ma il viaggio. E in due anni e più di allenamenti, mi sono sempre divertito.

Un frase che in qualche modo racconta anche della sua vita. Non solo dei risultati raggiunti (due ori ed un argento)a Londra quest’anno.  E Luca Corsolino, giornalista di Sky, sembra centrare appieno  l’animo di Alex descrivendone l’esistenza.  Il brutto incidente del 2001 ha portato all’amputazione di entrambe le sue gambe ma ha in qualche modo “acceso” Zanardi, facendolo divenire qualcosa di più di un pilota sopravvissuto alla morte.

La biografia di Corsolini nasce con la piena collaborazione di Alex ed i proventi del libro saranno totalmente devoluti a quattro associazioni che si occupano di persone disabili: la Briantea84, Art 4 Sport, Disabili no limits Onlus e l’associazione Bimbingamba. Un libro interessante, un grande campione, un opera di solidarietà: c’è da chiedersi ancora perché il volume abbia venduto bene?

Photo Credit | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>