Stephen King: “It” e “L’ombra dello scorpione” finalmente in film?

di Valentina Cervelli Commenta

stephen king it ombra scorpione presto film

Novità in pentola per i fan di Stephen King che non vedono l’ora di vedere libri come “IT “ e “L’ombra dello scorpione” sugli schermi cinematografico. Sembra che le cose si stiamo muovendo finalmente nella direzione giusta. Con nomi come Cary Fukunaga al loro interno.

Lo sappiamo, sono state innumerevoli le volte nei quali i film sono stati annunciati ed i nomi risuonati con una certa veemenza. Questa volta però sembra essere tutto un po’ diverso. Soprattutto dopo che Ben Affleck ha dovuto rinunciare al progetto de “L’ombra dello scorpione” perchè scritturato per interpretare il nuovo Batman. L’attore e regista credeva molto nel progetto e stava lavorando alacremente per la sua trasposizione. Il nome scelto per la sua sostituzione è uno di quelli che ci portano a pensare che finalmente il progetto possa andare in porta: parliamo infatti di  Scott Cooper, ex attore e regista di Crazy Heart e Out of the Furnace, film al momento inedito in uscita il prossimo 6 dicembre e probabile candidato all’Oscar. Sulla carta la situazione è decisamente rosea, cosa ne dite?

Passiamo ora ad “IT” il cui remake, rispetto alla serie tv che tutti noi abbiamo imparato ad apprezzare nonostante si sia presa qualche “libertà” sul tema, era stato dato come possibile in modo più evidente rispetto ad altri. Alla sua regia si è pensato, come anticipato, proprio a Cary Fukunaga. Ed in questo caso le basi di partenza sono decisamente più certe. Insieme a Chase Palmer infatti il regista sta già scrivendo la sceneggiatura dei due film nei quali è intenzionato a dividere l’opera per affrontare meglio le oltre mille pagine del libro. Ed ammettiamolo: da fan questa cosa ci fa immensamente piacere.

L’unica cosa che ci resta da fare è attendere, anche se a quanto pare la Warner Bros, intuendo le potenzialità del film non sembra poi intenzionata a farci aspettare più di tanto. Non vogliamo iniziare a saltare di gioia in anticipo, ma già il prossimo anno qualcosa potrebbe accadere. L’unica cosa che ci lascia perplessi è l’ambientazione negli anni 80 e nei giorni nostri per mantenere un adeguato gap temporale. Staremo a vedere.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>