Presentazione di Le ricette di Nefertiti, di Bruno Gambarotta

di Giada Aramu Commenta

 Esce oggi per Garzanti il nuovo libro di Bruno Gambarotta, Le ricette di Nefertiti, un romanzo che sposa la storia, il gusto per l’avventura e la fantasia di chi ama immaginare i lati più privati dei grandi personaggi del passato. Come spiega lo scrittore stesso nel video che condividiamo a fine articolo, il romanzo-commedia è ambientato a Torino in una società diversa da quella contemporanea, una Torino bene che si stringe attorno al Museo Egizio e che vedrà raffiorare, proprio da questo luogo magico e simbolo dalla città sabauda, un reperto davvero misterioso che mostrerà a tutti i curiosi le abitudini alimentari dell’Antico Egitto. In molti cercheranno di impossessarsi del reperto e da questa corsa sfrenata nasceranno equivoci divertenti e situazioni maliziose.

Ecco la sinossi ufficiale del libro:

È l’evento archeologico dell’anno. Dai depositi del museo egizio è emerso un documento straordinario: dodici ricette annotate su papiro, le uniche ricette dell’Antico Egitto giunte sino a noi. È straordinario anche perché opera della regina Nefertiti, una tra le donne più belle e affascinanti di tutti i tempi. E secondo alcune indiscrezioni, queste ricette sarebbero addirittura i manicaretti che la regina preparava per accendere il desiderio del suo sposo Akhenaton!
I dodici papiri sono affidati all’egittologo Paolo Maria Barbarasa, ma proprio quando il presidente della Fondazione dei santi Pasquale e Scolastica, che sostiene le sue ricerche, ha deciso di presentarli al pubblico, scompaiono improvvisamente per poi riemergere, accompagnati da sconvenienti messaggi erotici, fra le mani di dodici rispettabili signore. Come farà il mite studioso a recuperare i preziosi reperti in una sola settimana? E che ruolo ha nell’intrigo la signora Angelica, sua moglie? Nella sua frenetica indagine, Paolo Maria Barbarasa si ritrova al centro di un irresistibile girotondo di figure femminili della Torino bene, scossa da una comica e paradossale «guerra dei papiri» in cui ognuno cerca di cavalcare l’onda a proprio vantaggio.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>