Kindle, eBook e book di carta

di Barbara Commenta

Il libro di carta è la vera rivoluzione nonché alternativa allo scomodissimo eBook. Il tizio che vedete nella foto sta per l’appunto presentando un libro tradizionale con tanto di copertina, numeri di pagina e segnalibro. L’immagine è tratta da un divertentissimo video che potete trovare su Youtube, realizzato dal sito Leerstademoda (leggere è di moda).

Non sono ferrata nella lingua spagnola, perciò approfitterò della traduzione realizzata da Pc Professionale in un articolo intitolato Dalla carta ai bit.

Book è privo di cavi, di circuiti elettrici, di batterie, non richiede connessioni, è compatto, portatile e utilizzabile ovunque. Non essendo alimentato elettricamente, non ha bisogno di ricaricarsi e può essere usato per tutto il tempo che si vuole. Book non si blocca mai e non deve essere inizializzato, basta aprirlo per sfruttarne subito gli enormi vantaggi. È stato costruito con pagine numerate sequenzialmente, ognuna delle quali contiene milioni di bit d’informazione. La pagina è scandita otticamente e i dati sono registrati direttamente a livello cerebrale.

Un semplice movimento delle dita permette di cambiare pagina rapidamente. Le pagine sono unite tra loro e sono protette e mantenute nell’ordine corretto da un dispositivo chiamato copertina.
Grazie all’impiego di carta opaca, i produttori possono sfruttare entrambe le facciate del foglio, in modo da raddoppiare le informazioni e ridurre i costi. […]

[…] Book rispetta l’ambiente perché è realizzato con materiale riciclabile al 100%. Portatile, duraturo ed economico, Book – conclude il presentatore – è il precursore di una nuova ondata d’intrattenimento che trasformerà il modo in cui comprenderemo il mondo.

Questo scherzo apparentemente innocuo offre però moltissimi spunti di riflessione sia a noi lettori indecisi sull’acquisto di un eReader, sia a coloro che pensano, e non sono pochi, ad una prossima scomparsa delle librerie. In effetti quando mai riusciamo a pensare ad un libro di carta in termini così positivi e vantaggiosi?

E’ davvero immaginabile un mondo di soli eBooks? Probabilmente l’editoria digitale modificherà il nostro modo di leggere e anche quello di scrivere, ma i due tipi di libro non possono essere messi costantemente in competizione, ne andrebbe invece sfruttata la complementarietà. Altrimenti quelli che ci perdono saremo sempre e comunque noi lettori. Voi amici di Libri e bit cosa ne pensate?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>