Fermatevi e leggete alle “Stazioni di lettura” campane

di Valentina Cervelli Commenta

L’editoria sarà anche un settore in crisi. Non per questo bisogna gettare la spugna e smettere di promuovere la lettura tra la gente. Anzi, al contrario: c’è bisogno d’iniziative che evidenzino come leggere possa essere naturale e fattibile in diversi contesti. Con  “Stazioni della Lettura”, fiera itinerante del libro in programma oggi e domani sulla Circumvesuviana campana, si punta sui treni.

Quanti di noi hanno letto un libro in stazione in attesa che il proprio treno arrivasse? E quanti lo hanno fatto in treno? Spero davvero in tanti. Leggere un’opera quando si attende di partire o si deve affrontare un lungo viaggio è una delle esperienze più rilassanti vivibili in tale contesto. La rassegna in questione, ad ogni modo, dipanerà la sua organizzazione attraverso dibattuti, proiezioni e novità editoriali presentate in anteprima. Non mancheranno nemmeno i classici per dare a chiunque sia interessato, la possibilità di godere di una esperienza straordinaria.

L’obiettivo è quello di convincere gli passeggeri  ad avere sempre in borsa qualcosa da leggere durante gli spostamenti. E magari, contestualmente, anche portarli a comprare più libri, aumentando la dotazione personale di opere in libreria e contribuendo alla ripresa del mercato. Come ricorda il Racconta il promotore dell’iniziativa Maurizio Cuzzolin, il presidente degli Editori Campani Associati:

In Italia il 30 per cento della popolazione legge meno di un libro all’anno. Siamo ultimi in Europa.

Questa iniziativa è un ottimo modo, semplice ma diretto, per rilanciare nella popolazione l’immagine ed il concetto stesso di libro. Che sia un ebook o un libro tradizionale, leggere è un ottimo allenamento per il cervello e per lo spirito: perché rinunciarvi? Una stazione ferroviaria può essere un ottimo luogo nel quale ritagliare del tempo per leggere, qualsiasi sia il genere o lo scrittore di preferenza.  Approfittatene e se vi trovate nei paraggi fate un salto alla manifestazione: potreste imbattervi in delle proposte davvero interessanti.

Photo Credits | squ.edu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>