1Q84: esce ultima parte del libro di Haruki Murakami

di Valentina Cervelli Commenta

Haruki Murakami avrà anche perso il Nobel per un soffio, ma di certo non ha perso l’immenso gruppo di fan sparsi per il mondo né quelli italiani aspettavano con trepidazione l’uscita della terza ed ultima parte di 1Q84, appena avvenuta grazie ad Einaudi. Il “Libro 3. Ottobre –Dicembre” è finalmente giunto e con esso anche la conclusione delle vicende di Tengo ed Aomame, che erano rimaste in sospeso nello scorso volume.

La pubblicazione dell’Einaudi è avvenuta in differita rispetto a quella giapponese, dove i lettori hanno potuto conoscere l’intera storia già nel 2010. I primi due libri di 1Q84, pubblicati insieme analogamente a ciò che è successo in oriente, raccontano dell’incontro tra i due protagonisti i quali, per farla breve per chi non conoscesse l’opera,  per sei mesi hanno vissuto in realtà diverse dalla loro, in una serie di mondi paralleli nei quali sono costretti ad una continua lotta per la sopravvivenza. In questo terzo libro di Haruki Murakami, arriva un personaggio davvero particolare: l’investigatore privato Ushikawa.  Egli rappresenterà il terzo punto di vista della storia, nonché una sorta di novello “Virgilio”,  che si incaricherà in qualche modo di accompagnare il lettore nel corso della storia.

All’interno di questo libro verranno ovviamente rivelate tutte le spiegazioni che il lettore attende da tempo. Ecco per voi la sinossi:

Aomame e Tengo sono da mesi persi sotto un cielo ostile in cui brillano due lune, separati eppure uniti da qualcosa di invisibile e fatale come solo il destino e la volontà possono essere. Minacciati dalla setta Sakigake e da forze ancora piú sinistre e inumane, sulle loro tracce adesso hanno anche l’investigatore privato Ushikawa, tanto geniale quanto pericoloso.  Murakami Haruki ha creato un universo per raccontarci come si creano gli universi. E ha mostrato ai lettori di tutto il mondo cosa significa scrivere un classico nel ventunesimo secolo.

Il prezzo al pubblico è di 18,50 euro.

Photo Credit | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>