Ebook Lab Italia: la seconda giornata

di Valentina Cervelli Commenta

Spread the love

La seconda giornata di Ebook Lab  Italia è forse quella che rimarrà nella mente dei presenti come la più interessante ed a portata di consumatore. Non solo perché ancora una volta si è disquisito del futuro del libro elettronico e del suo possibile andamento nel mercato ma perchè ci si è concentrati sul suo essere fisico.

Voi sapete come viene costituito fisicamente un ebook? Ecco, ieri a Rimini si è parlato giusto di questo.

E non solo. Per entrare più nello specifico si è parlato di tecnologia, i fulcro di tutto. Perché se abbiamo la possibilità di comprare intere biblioteche di libri e tenerle tutte nel palmo di una mano, lo dobbiamo soprattutto a tutti coloro che fisicamente programmano i supporti a noi tanto cari.

Il dibattito più interessante, a livello meramente tecnologico, si è tenuto nel momento in cui ci si è trovati a dibattere su una scelta che sicuramente con il passare del tempo aumenterà la sua importanta: e-ink o LCD? Due tecnologie differenti. La prima pregevole soprattutto perché in grado di dare l’illusione della lettura di un libro vero. La seconda invece, è evidentemente di maggiore fruizione, specialmente per ciò che potrebbe riguardare l’eventuale riproduzione di materiale colorato.

E mentre la Casalini Libri riceveva il premio come migliore casa editrice online, parlando di formati ( come sempre) ci si interrogava sulla necessità di migliorare il più diffuso in materia, utilizzando l’epub-3: la possibilità di modificare la direzione della scrittura (anche in orizzontale), javascript, una migliore gestione del supporto linguistico ed un sistema più raffinato di gestione dei metadati. Si è parlato di un  supporto ad audio e video e per ciò che riguarda il testo, un audio sincronizzato ed una migliore gestione dei font.

Insomma, tecnologicamente parlando si è proprio preso il toro per le corna. E ci si è resi conto che con molta probabilità, sebbene il libro tradizionale non sia destinato a scomparire così presto,  di certo potrebbe esserci davvero molta meno scelta a tal riguardo se non si farà attenzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>