Biancaneve illustrata da Mayalen Goust

di Barbara Commenta

biancaneve mayalen goust gallucci

Chi conosce la storia di Biancaneve, quella originale dei fratelli Grimm intendo, non il cartone della Disney? Perché è questa la storia splendidamente illustrata da Mayalen Goust nel volume omonimo, edito da Gallucci.

La Goust, classe 1976, riesce in una non facile impresa ovvero incuriosire i lettori anche se la storia è conosciutissima. Le tavole illustrate si ispirano ad una certa pittura orientale, ma non la scimmiottano. Il colore rosso sottolinea i passaggi e i personaggi del racconto. I buffi cappelli dei nani restano davvero impressi nella memoria, come il terribile e poi buon cacciatore di cui non vediamo il viso.

Siamo di fronte ad uno di quei libri che solo apparentemente sono per bambini, perché anche noi adulti ci lasciamo incantare dai disegni e trasportare nel buio bosco e poi sulla collina. Per rinfrescarvi la memoria, in attesa che compriate questo volume, vi riassumo la storia di Biancaneve.

Ci sono delle differenze sostanziali rispetto al riassunto che conosciamo: Biancaneve viene portata nel bosco che è ancora bambina, non ci sono animaletti a farle festa, resta con i nani e riesce a dormire anche in un singolo lettino (essendo piccolina).

I nani la avvisano di stare attenti alla matrigna (che è una gran cattiva ma non è una strega), ma la piccola è troppo curiosa e così si lascia avvicinare per ben tre volte. La prima, la matrigna le stringe troppo il corsetto con un nastro e lei sviene. La seconda, le mette un pettinino avvelenato tra i capelli e lei cade come morta.

La terza, dopo l’ennesimo rimprovero dei nani, che hanno sciolto il corsetto e tolto il pettinino, Biancaneve decide di non far entrare la nuova vecchina che si presenta alla porta, ma accetta un pezzetto di mela. E cade a terra, come ben sappiamo.

I nani non capiscono cosa l’abbia ridotta in quello stato e la mettono in una bara trasparente su di una collina. Passano gli anni, un principe che si è perso “incontra” Biancaneve e se ne innamora. I suoi servitori, nel sollevare la bara, la scuotono troppo e il pezzo di mela esce dalla bocca della fanciulla,che si sveglia.

Viene celebrato un gran matrimonio e la matrigna, avvisata dallo specchio magico che c’è una nuova bellezza in giro, si reca al matrimonio, riconosce Biancaneve e resta lì, morta stecchita di rabbia e di invidia.

Biancaneve
Disegni di Mayalen Goust
Formato: 30 x 26 cm
Pagine:24
Prezzo: € 13,00
ISBN: 978-88-6145-223-7

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>