Autobiografia di Paul Allen: caso letterario prima dell’uscita?

di Valentina Cervelli 1

Idea Man: A Memoir by the CoFounder of Microsoft” è questo il titolo del libro delle memorie di Paul Allen, cofondatore della Microsoft insieme a Bill Gates. Un libro che ad una manciata di giorni dalla sua pubblicazione statunitense, si candida già ad essere uno dei casi letterari dell’anno.

Promette infatti di abbassare il velo su una delle collaborazioni più interessanti dell’ultimo secolo, la quale ha portato alla nascita di uno dei più grandi colossi dei nostri tempi: la Microsoft.

Parliamo di un uomo di 58 anni, da diverso tempo alle prese con il cancro e che sembra quasi volersi togliere a forza qualche sassolino dalla scarpa. Questa autobiografia infatti non è altro che il racconto della nascita di BigM e del rapporto tra i suoi cofondatori: l’essenza che vige nelle differenze tra la coppia, un ritratto il più possibile fedele di quegli anni.

Chi ha potuto leggerlo in anteprima ha trovato davvero interessante capire come i rapporti tra Allen e Gates siano arrivati ad un punto di rottura nel 1982 quando quest’ultimo, in combutta con l’attuale ceo di Microsoft Steve Ballmer fu scoperto da Allen a “complottare” contro di lui. Il tutto risultò dopo pochi mesi nell’abbandono di Allen e nel suo rifiuto a cedere anche solo una azione del suo pacchetto, mossa che ha fruttato allo stesso centinaia di milioni di dollari di guadagno.

Pur parlando della Microsoft e della sua nascita ed espansione, l’autobiografia racconta in realtà la storia di una amicizia di lunga data. Allen e Gates si erano infatti conosciuti nel 1968 in una scuola privata di Seattle. Entrambi erano appassionati di computer e questo interesse in comune contribuì a far crescere una buona amicizia. Pochi anni dopo i due fondarono una piccola azienda, ed il resto è storia.

Allen, lo scrittore,  racconta che con il tempo i dissapori si sono attenuati, e spesso Gates è stato ospite dell’amico. Chissà come reagirà quest’ultimo a stampa avvenuta.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>