Walter Veltroni presenta il suo “L’isola e le rose”

di Valentina Cervelli Commenta

Spread the love

 

Verrà presentato il prossimo 29 agosto a Rimini il nuovo libro di Walter Veltroni, “L’isola e le rose”.  Un romanzo ambientato nella cittadina emiliana, per questo scelta per l’evento. L’ex segretario del PD è uno scrittore prolifico, che negli ultimi anni ci ha abituato a contributi letterari di diverso genere. Questa volta tocca ad una storia vera. Un po’ utopica, come la definisce lui stesso, ma da conoscere.

Una storia vera rivisitata nei personaggi ma effettivamente accaduta. Lo spiega lo stesso scrittore, in un’intervista all’Agenzia di stampa AdnKronos.  I protagonisti sono quattro ragazzi di rimini, uniti dall’amicizia fin dai tempi della scuola. Il sentimento che li lega è molto forte ed è capace di superare ogni ostacolo. Abbiamo il figlio del proprietario del Grand Hotel Lorenzo, l’avvocato Giacomo, Simone l’ingegnere e Giulio lo sciupafemmine. E’ proprio quest’ultimo ad aver deciso di voler costruire una “piattaforma” in mare dove dare spazio ad artisti, poeti, musicisti ed esteti.

Commenta Walter Veltroni:

Sono partito da una storia vera che ho incrociato navigando su internet, una storia che ha come protagonista l’ingegnere Giorgio Rosa che negli anni Sessanta, pensò e realizzò, a 11 chilometri dalle coste italiane, di fronte a Rimini, una piattaforma, un’isola artificiale che era uno stato indipendente, appunto l’Isola delle Rose. Un episodio che è stato dimenticato.

Una scelta quella di affrontare una “rivisitazione”  di questo genere per dare sfogo ad un utopia e raccontare di quell’Italia che forse ora non c’è più ma che, almeno una volta, puntava a realizzare i sogni.

 Mi hanno sempre colpito le cose vere quando sono poetiche e questa è la storia di un utopista per caso, partito per realizzare un albergo in mezzo al mare e arrivato a proclamare uno stato indipendente. Una dimensione involontariamente utopica che mi ha molto affascinato. Di vero nel romanzo c’è appunto questo, la vicenda, anche giudiziaria, dell’Isola mentre i personaggi protagonisti sono frutto della fantasia.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>