In uscita il Pulitzer 2011: L’imperatore del Male, di Siddhartha Mukherjee

di Valentina Cervelli Commenta

Uscirà a breve nelle librerie italiane il vincitore del premio pulitzer 2011, “L’imperatore del male” di Siddhartha Mukherjee.  Un libro davvero particolare perché rappresenta, né più e né meno una biografia del cancro, questo male che da oltre 4mila anni tedia l’uomo, verso il quale combatte una guerra inesorabile per la distruzione. E sebbene l’essere umano abbia cominciato a rispondere a questa battaglia, di strana ve ne è ancora da fare.

Si tratta di una biografia ben curata, composta da qualcuno che il soggetto lo conosce bene. Siddhartha Mukherjee è infatti medico, ricercatore nel campo dell’oncologia da anni. Ora professore presso la Columbia University, si è formato a Stanford, Oxford, Harward:  atenei all’avanguardia sul tema. E nel suo libro è riuscito nel pregevole intento di unire contemporaneamente alla conoscenza scientifica la giusta chiave di espressione per rendere delle nozioni importanti come quelle da lui riportate comprensibili a chiunque.

Ciò che più emerge dello scrittore è la capacità di raccogliere informazioni su un male oscuro per l’uomo, e segnate con piglio sicuro le conquiste che l’essere umano è riuscito ad archiviare a proprio favore, non senza delle perdite cospicue. Il paragone migliore mai fatto: il cancro è come una città che da quando l’uomo ha sviluppato i propri rudimenti medicinali è stata posta sotto assedio. Il problema è che questa cittadella è fortificata, ed ad armi sempre più ingegnose dell’uomo vi è una risposta sorprendente da parte dei suoi abitanti, le cellule cancerose. Che per molti versi sono come quelle sane.

Ed ecco quindi che il libro raccoglie la maggior parte delle scoperte, delle invenzioni, delle vite svoltesi attorno alla malattia cancro. Si parla dei primi ritrovati contro la leucemia, e si tracciano i profili dei professori che hanno portato alla scoperta delle più avanzate tecniche di cura. Un ritratto fedele e mai noioso dei protagonisti di questa battaglia. Un libro da leggere e consigliare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>