Lo Sterminio degli Armeni nelle memorie di Morgenthau

di isayblog4 Commenta

Spread the love

Oggi vi segnalo un libro ed un personaggio che ho scoperto assolutamente per caso e di cui mi piacerebbe che si parlasse nelle scuole (ho sempre quest’idea che la storia la ami e la apprezzi quando è storia di uomini e non di date). Si tratta del Diario. 1913-1916. Le memorie dell’ambasciatore americano a Costantinopoli negli anni dello sterminio degli Armeni di Henry Morgenthau, edito da Guerini.

Henry Morgenthau (1856 – 1946), nato a Manheim, ma naturalizzato americano, venne inviato come ambasciatore americano nell’Impero Ottomano nel 1913. Raccolse numerose testimonianze e documenti sull’eccidio del popolo armeno e una volta tornato negli Stati Uniti, tre anni dopo, cominciò a raccogliere fondi per aiutare i sopravvissuti.

I suoi tentativi di rendere pubblico ciò che stava avvenendo nell’impero Ottomano, la Turchia di oggi, fu osteggiato e boicottato e fu solo nel 1918 che le sue memorie videro finalmente la luce.

Morgenthau non raccontò semplicemente quello che era accaduto agli armeni, ma svelò anche come i metodi per trucidarli fossero stati appresi alla scuola tedesca. Nello stesso periodo, cominciò ad interessarsi dei primi attacchi alla popolazione ebraica in Polonia.

Le sue denunce e i suoi progetti per arginare gli attacchi al popolo armeno ed ebraico, cui apparteneva, furono inascoltate e sottovalutate. Suo figlio, però, apprese la lezione e divenne una figura di spicco durante la seconda guerra mondiale.

Henry Morgenthau Jr., infatti, fu l’ideatore del famoso Piano Morgenthau, che avrebbe dovuto impedire alla Germania sconfitta di risollevarsi, eliminando la produzione industriale tedesca e favorendo solo quella agricola (anche per questo il piano era noto come pastoralizzazione).

Non ho ancora letto il libro, ma mi accingo ad acquistarlo perché credo fortemente che la memoria dei vari eccidi e genocidi vada assolutamente preservata, per poter insegnare ai ragazzi, che saranno i politici di domani, di cosa è capace l’uomo e quando fermarsi per non ripetere queste tragiche pagine della nostra storia (in una simile bibliografia bisognerebbe poi aggiungere libri che parlano della ex-Jugoslavia, della guerra tra Hutu e Tutsi e via dicendo).

Autore: Morgenthau Henry
Titolo: Diario. 1913-1916. Le memorie dell’ambasciatore americano a Costantinopoli negli anni dello sterminio degli Armeni
Curatore: Berti F., Cortese F.
Traduttore: Seccosuardo G. M.
Editore: Guerini e Associati
Anno: 2010
Pagine: 356
Prezzo: € 28,00
ISBN: 9788862502351

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>