Progetto Gutenberg: un miliardo di ebook gratuiti

di Valentina Cervelli 1

Spread the love

Un miliardo di ebook. Gratuiti. E’ questo lo scopo del progetto Gutenberg.  Una chimera? Non è detto. Già ora l’immensa biblioteca virtuale offre il download gratuito di 40mila titoli.

10 milioni di libri, in cento lingue diverse. Una torre di babele di sapere destinata a non crollare, e totalmente gestita da collaboratori volontari. Andiamo a fondo della questione ricercando il perché di una scelta del genere.

Il tutto nasce nel lontano 1971 ad opera del fondatore del progetto, Michael Heart, a quei tempi studente universitario.  Per sdebitarsi dell’utilizzo illimitato di uno dei primi computer che poi divennero la base del moderno Internet, decise di rendere disponibile qualcosa con altrettanto valore, in formato elettronico: la cultura.

Hart sentiva che prima o poi sia i computer che i libri in formato elettronico avrebbero avuto un seguito presso la popolazione. E così è stato. Il progetto Gutenberg rappresenta l’iniziativa più antica riguardante gli ebook e consta nel rendere accessibili gratuitamente tutti quei titoli di pubblico dominio, o non coperti da diritto di autore. In alcuni casi sono presenti libri che lo stesso autore ha “donato” per la pubblicazione gratuita in questa nuova forma.

Con l’avvento di internet il progetto ha ovviamente risentito di una spinta all’ampliamento, data anche dalla possibilità, offerta da nuovi programmi, di non dover ricopiare pagina per pagina ogni libro al fine portarlo in formato elettronico.

L’iniziativa si concentra principalmente su quelle definibili le opere di “riferimento” della cultura mondiale e su quelle che hanno fatto la storia della letteratura. Solitamente il testo è reso disponibile in formato ASCII, in alcuni casi,  sono scaricabili anche altri formati quando proposti dai volontari che collaborano alla creazione della biblioteca. E’ possibile  imbattersi in file pdf di tanto in tanto, anche se il formato adobe non è particolarmente amato dai volontari per la sua scarsa edibilità.

Dato il patrocinio del progetto la maggior parte dei testi sono in lingua inglese, ma è possibile riscontrare un ottima  diffusione di opere in italiano, tedesco, francese, cinese, spagnolo, olandese e finlandese. Spiega Hart:

In totale vogliamo arrivare a un miliardo di libri in free download. Siamo partiti nel 1971. Volevamo cambiare il mondo, liberare l’umanità dall’ignoranza, ma non c’erano gli scanner: allora si riscriveva sulla tastiera ogni singola parola. E ancora oggi c’é qualcuno che preferisce fare a mano.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>