Offerta lampo Kindle: La grande festa di Dacia Maraini

di Valentina Cervelli Commenta

 L’offerta lampo Kindle di questa settimana è davvero una chicca per qualsiasi tipologia di lettore.  SI tratta, infatti, de “La grande festa” di Dacia Maraini. Un libro che esula da ogni possibile definizione. Perché a metà tra saggio, narrativa e biografia. E non solo: soprattutto il ritratto intimista di una donna che si trova a dover convivere e combattere con la morte.

Qui il concetto della morte in qualche modo è trasognante. Non si tratta di paura tout court, ma dell’approccio che la scrittrice ha dovuto intraprendere obbligatoriamente  nel ritrovarsi a vivere  la scomparsa delle persone a lei più care e che hanno lasciano un impronta nella sua vita: il padre, Alberto Moravia, Pier Paolo Pasolini, il suo compagno di vita e quel figlio nato morto a cinque mesi di gestazione, ancora non nato, che non le ha poi più consentito di rimanere incinta nel corso della sua vita.

Tante esperienze, tanti traumi che hanno collaborato nella creazione della Dacia Maraini personale ed intima, ma anche in quella che noi tutti conosciamo attraverso le sue opere. Approfittare di questa Offerta lampo kindle  ( ma anche dell’analoga presso Bookrepublic per chi possiede un differente ereader, N.d.R.) è praticamente un dovere nei confronti della buona scrittura. Il libro è edito dalla Rizzoli.

Questa la sinossi:

È un linguaggio profondo e complesso quello con cui ci parlano coloro che abbiamo amato e non sono più con noi, ineffabile come il paese che abitano. I sogni e i ricordi sono il solo passaggio per questo luogo in cui le epoche della vita si confondono, “un’isola sospesa sulle acque, dai contorni sfumati e frastagliati”. Così, attraverso il filtro essenziale della memoria e del sogno, Dacia Maraini ci racconta in questo libro intenso e intimo come Bagheria coloro che ha amato, che l’hanno amata e che vivono ora solo attraverso i ricordi: “nel giardino dei pensieri lontani” rievoca e incontra la sorella Yuki, il padre Fosco, Alberto Moravia, Giuseppe Moretti – l’ultimo compagno scomparso prematuramente per una malattia crudele – l’amico carissimo Pasolini e un’inedita e fragile Maria Callas. Dacia Maraini ci regala una storia sincera e struggente, un ritratto memorabile di sé che mescola affetti privati e pubblici, felicità e dolore. Un libro capace di emozioni rare, forte di una vita vissuta fino in fondo e del coraggio della narrazione della maggiore scrittrice italiana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>