L’autore de L’Esorcista parla della scrittura horror

di Giada Aramu Commenta

Mentre molte trasposizioni cinematografiche si rilevano fallimentari, altre sono così ben riuscite da rubare addirittura la scena al romanzo che ha ispirato la trasposizione dedicato al grande schermo. Tra queste c’è sicuramente L’Esorcista, prima romanzo e poi film, che ha spaventato il mondo interno con una storia davvero terrificante. A distanza di molti anni dalla pubblicazione del suo libro, William Peter Blatty (lo vedete nella foto, a sinistra) parla della sua fortunata opera svelando qualche curiosità a proposito della scrittura di romanzi horror.

Abbiamo letto la sua intervista sul magazine on line HuffingtonPost (qui l’intervista completa) e abbiamo deciso di condividere con voi alcune curiosità strappata allo scrittore proprio in occasione di una nuova edizione del libro. Il giornalista che ha avuto la fortuna di scambiare due chiacchere con lo scrittore ha ovviamente posto la domanda che tanti avrebbero voluto fargli: cosa rende spaventosa una storia? Lo scrittore ha confessato che durante la scrittura de L’Esorcista non aveva ben in mente l’idea di voler spaventare il lettore; il tutto infatti era iniziato per un piacere personale, un desiderio di scrivere una storia di investigazione un po’ fuori dagli schemi includendo elementi soprannaturali, un “gioco” letterario che si è poi trasformato in una grande opera di successo.  

Ovviamente, non voglio togliere nulla al libro di William Peter Blatty ma il film è forse uno dei capolavori horror meglio riusciti che ha spaventato generazioni di amanti del genere. Un film che ogni tanto rivediamo (a luci accese) con amici e parenti e che, per quanto ben prodotto e sceneggiato, merita sicuramente una chance anche nel mondo della letteratura. In America il libro è andato da poco in ristampa mentre da noi siamo sicuri che potreste trovarlo gratuitamente anche in biblioteca.  Il testo è pubblicato da Fazi ed è ancora oggi venduto e ristampato… Vogliamo dare una possibilità e rabbrividire anche con la sua originale versione carteaca?

 

 

[Photo Credits mondsterkidclassichorroroforum]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>