Insurgent di Veronica Roth, recensione

di Valentina Cervelli Commenta

insurgent di veronica roth

Insurgent di Veronica Roth, recensioneInsurgent di Veronica Roth: cosa dirvi se non che è più appassionante del suo predecessore, Divergent. Rimango seriamente e piacevolmente stupita da quanto sto apprezzando questa saga con questo nuovo capitolo, seriamente.

 

Perché è davvero qualcosa di diverso da quello che si è abituati a trovare in questo genere letterario. Se con Divergent siete rimasti conquistati, Veronica Roth con Insurgent vi mette direttamente al tappeto. Mi ha convinto decisamente di più. Non vi negherò che la presenza di alcuni personaggi si farà sentire meno e questo dispiace, ma per ciò che concerne la trama la scrittrice ha davvero superato se stessa. Lo stile da lei scelto poi, veloce e comprensibile aiuta a districarsi nel romanzo, anche se non si è proprio pratici di questa tipologia di libri. E’ una buona lettura nella quale crogiolarsi anche in questi ultimi giorni di sole, dove la noia è tanta e la voglia di tornare al lavoro o a scuola è poca. Se di una cosa sono convinta è che questo sia un libro (ma l’assunto è valido per l’intera trilogia, N.d.R.) adatto davvero a qualsiasi tipologia di lettore e da qualsiasi età, difetti a prescindere.

Anche qui in Insurgent Beatrice (o Tris) si trova a dover prendere delle decisioni importanti per salvaguardare e proteggere le persone che ama. In un contesto che se possibile è ancora più intricato di quello del libro precedente. Non vogliamo svelarvi nulla, davvero. Perché è un libro che va gustato dalla prima all’ultima pagina, soprattutto in previsione del terzo capitolo della trilogia. Veronica Roth è una scrittrice che merita. Datele una chance, non ve ne pentirete.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>