Giri di parole: il concorso letterario

di Giada Aramu Commenta

Ha il via la terza edizione del Concorso Letterario Nazionale “Giri di Parole”, un’idea nata dalla casa editrice Navarra Editore che celebra quest’anno il terzo anno consecutivo nello sviluppo del progetto. Il concorso letterario è riservato a tutti gli scrittori che abbiano nel cassetto un racconto, un romanzo o un saggio inedito che abbia come soggetto un tema unico, quello della rivolta.

Il testo inviato alla casa editrice entro e non oltre il 15 giugno dovrà raccontare una storia già vissuta o un desiderio inespresso di cambiamento che riguardi un aspetto di natura sociale, politica o artistica. Il concetto di rivolta può essere visto anche solo idealmente con la necessità di un cambiamento nei confronti di un’idea, di un’entità.

La casa editrice ha aperto, per la prima volta, la sezione dedicata ai saggi, una scelta fatta anche per “rivoluzionare” il loro sistema di selezione, un rivolta anche interna alla casa editrice che sicuramente farà contenti molti saggisti.

La giuria che giudicherà i brani inviati alla commissione sarà composta da tre esperti per ogni sezione, a loro è affidato il compito di scegliere i tre vincitori, uno per ogni sezione. Tutti i partecipanti potranno inoltre essere pubblicati sul sito web della casa editrice: un modo per favorire la visibilità degli scrittori che potranno farsi conoscere dal mondo web.

Leggete il bando completo sul sito della casa editrice.

[Photo Credits agendaeventi]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>