Fiera del libro di Gutemberg dal 24 al 28 maggio

di Valentina Cervelli Commenta

Si terrà a Catanzaro dal 24 al 28 maggio la Fiera del Libro di Gutemberg. Ancora una volta organizzata dal liceo classico Galluppi di Catanzaro, questa interessante manifestazione è arrivata al suo nono appuntamento annuale consecutivo.

Ed anche quest’anno coinvolge molti istituti superiori della Regione, ben quaranta.

Si tratta di una tradizione davvero interessante, anche se puntualmente si svolge quasi in concomitanza con eventi di maggiore importanza quale possa essere il Salone del libro di Torino. Questo anno il tema al centro di quello che molti conoscono semplicemente come Gutemberg 2011 è ovviamente il 150° anniversario dell’unità di Italia, ampliato partendo dal titolo della mostra, “L’Uno e i Molti”.

Non si tratterà di una celebrazione asettica e tout court ma di un appuntamento caratterizzato sia dalla riflessione che dalla critica riguardante i “profili della Storia Risorgimentale”, dando ovviamente molto spazio a quelli che sono i personaggi che hanno fatto sì che l’Italia riuscisse a diventare una realtà. Il tutto con un particolare occhio di riguardo per la “questione meridionale”, un problema ancora non risolto ai giorni nostri.

Il calendario dei quattro giorni di manifestazione è fitto di appuntamenti sparsi nelle 10 città della Calabria che ospitano le scuole partecipanti all’evento, in particolare per ciò che riguarda degli incontri dibattito. Lo scorso anno tra i partecipanti di maggior rilievo figurò la presenza del presidente della Camera  Gianfranco Fini. Anche quest’anno sono attese numerose personalità, in particolare dal modo dell’editoria: giornalisti, scrittori, case editrici. Molta attenzione è riservata all’arrivo dello storico inglese Christopher Duggan e della scrittrice etiope Maza Mengiste.

Uno spazio molto intenso sarà poi riservato alla partecipazione di nomi legati al mondo dello spettacolo. Ad essere attesi, in modo particolare vi sono il critico televisivo  Goffredo Fofi, che in un recente volume ha trattato dell’immigrazione meridionale a Torino, e Italo Moscati, autore e regista di “Concerto Italiano – Storia e Storie dell’Unità d’Italia”, documentario che sarà proiettato agli studenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>