Facebook acquista Push Pop Press: ebook in arrivo?

Spread the love

Facebook è riuscito nell’ennesimo colpaccio, questa volta dal sapore tutto editoriale. La società statunitense omonima del proprio social network ha infatti acquistato Push Pop Press, una applicazione molto carina e funzionale che da modo di consultare e condividere in maniera ottimale i contenuti online: parliamo nel particolare di libri e siti contenenti articoli.

L’opinione diffusa di tutti è che Mark Zuckerberg ed i suoi non vogliano sfruttare questa particolare tecnologia all’interno del sito per il momento, quanto vogliano vedere, basandosi sulla stessa, fino a dove si può svilupparla e cosa si può ottenere. Al momento non si conoscono dettagli ben precisi sugli accordi finaziari, essendo l’acquisizione avvenuta nelle scorse ore.

I fondatori Mike Matas e Kimon Tsinteris spiegano che  Facebook non ha alcuna intenzione di entrare nel mondo dei libri digitali né investire in quel senso come i loro acquisiti. Ciò non toglie che data la pregressa esperienza del social e dei suoi programmatori, questa dichiarazione non suona poi così veritiera.  Ed è facile ipotizzare qualcosa di cui nessuno vuole ancora parlare. Immaginate ad esempio Facebook entrare nel mondo dei distributori di ebook.  Pensate solamente al numero di iscritti sul quale può già contare…

Le voci ufficiali, ad ogni modo, vogliono la Push Pop Press acquisita per capire quali idee sviluppare per migliorare l’interfacciarsi del social sui tablet, nel tentativo di migliorare l’esperienza “touch” della navigazione.

Questo il comunicato rilasciato da Facebook in via ufficiale:

Siamo entusiasti nel confermare che abbiamo acquisito Push Pop Press, una startup il cui software innovativo cambia il modo in cui la gente pubblica e consuma contenuti digitali. Non vediamo l’ora di iniziare a lavorare con i co-fondatori Mike Matas e Kimon Tsinteris affinché la tecnologia, le idee e l’ispirazione dietro Push Pop Press diventi parte del mondo in cui milioni di persone si connettono e si scambiano informazioni tramite Facebook.

Voi cosa ne pensate?

Lascia un commento