Doctor Sleep di Stephen King: ecco la copertina

di Valentina Cervelli Commenta

Il momento nel quale una copertina viene svelata è quello che tutti i lettori appassionati un po’ aspettano. Oggi possiamo soddisfare questa curiosità in merito al tanto atteso sequel di “Shining“, ovvero “Doctor Sleep“, di Stephen King. Mi concedete di dire che una copertina del genere un po’ me l’aspettavo?

Da quel che era stato reso noto con le anticipazioni, c’era da scommetterci qualcosa che la copertina avrebbe virato sul rosso. Ovviamente il testo è ancora lungi dall’essere conosciuto per me, ma un’ampia conoscenza della saga di Stephen King e della Torre Nera in qualche modo mi porta a ricondurre questo tipo di “cattivi” che si nutrono del potere, dello “scintillio” delle persone al Re Rosso e come si può dividere tale concetto da quel particolare colore? Anche perchè parliamoci chiaro: si tratta del sequel di Shining, ma in qualche modo deve essere più di quello, altrimenti King non lo avrebbe scritto.

Le copertine dei libri di Stephen King (chi ha una conoscenza ampia dello scrittore e si è spulciato magari qualche cover originale lo potrà confermare, N.d.R.) non sono mai scelte a caso dall’autore o dalla casa editrice. Nella maggior parte dei casi la copertina o è rappresentazione di un elemento del libro, o ne è una scena. In qualche modo è comunque strettamente collegata. Non riesco a pensare onestamente ad un perché di una scelta di scrittura con il “fumo” per il testo, ma son sicura che molto mi sarà chiaro quando potrò leggere “Doctor Sleep“.

Posso rivelarvi una mia paura? Temo fortemente la traduzione di questo libro. Personalmente la affiderei a chi a suo tempo tradusse Shining, ma insomma, quelle son dinamiche editoriali nelle quali noi lettori rientriamo davvero poco. A voi piace questa copertina? Pensate che sarà la stessa che manterranno anche per l’edizione italiana? Io ci spero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>