Il costo plasma la classifica degli ebook

di Valentina Cervelli Commenta

Quante volte vi abbiamo detto che il prezzo di un’opera è in grado di influenzare il suo acquisto? Bella scoperta direte voi. Eppure solo oggi, con l’avvento e la conferma degli ebook anche nel nostro paese, mettendo a confronto i diversi retailer ed i loro prezzi, gli analisti si rendono conto che il gusto dei lettori viene condizionato dal comportamento delle case editrici in materia economica. E’ come se la classifica dei più venduti venisse plasmata dal costo.

E non c’è assunto più vero e tangibile. Come dimostrano le classifiche degli ebook più venduti su Amazon, l’offerta lampo Kindle è espressione pura di questo concetto. Così come quelle collegate ad Bookrepublic ed agli altri distributori di libri digitali. Il martedì di super-sconti, è in grado di portare il lettore a contatto spesso con opere che in altre condizioni, ovvero a prezzo pieno, non avrebbe mai acquistato. E’ ovvio che dietro a tutto questo c’è una strategia di marketing ben precisa, dettata dalla voglia di proporre nuovi autori rispetto al background linguistico, o spingere all’interessamento nei confronti di una saga di libri non ancora pienamente esplorata.

Secondo me l’esempio più calzante è quello di Hunger Games. Con il film al cinema, l’acquisto del libro a bassissimo costo, ha preso due piccioni con una fava. Quello di pubblicizzare sia l’opera cinematografica che quella editoriale. E per quest’ultima archiviare, almeno nel 60% dei casi l’acquisto del proseguo della serie. Si sa che quando son ben scritte, le saghe tirano più delle ciliege: non puoi smettere fino a che non sei arrivato alla fine.

Ma questo discorso è valido, ad ogni modo, per quasi tutti i titoli scelti. Non puntando troppo sui classici ma su uscite considerabili nuove, le case editrici non solo danno la possibilità di far salire in classifica titoli ancora considerabili “contemporanei”, ma aiutano le vendite totali dei propri autori e ampliano il loro plafond di clienti. E cosa importa se così facendo le classifiche risultano falsate?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>