Barbara D’Urso: esce “Ma credo ancora nell’amore”

di Valentina Cervelli Commenta

Barbara D’Urso torna in libreria e lo fa con “Ma credo ancora nell’amore” edito dalla Mondadori. Ancora una volta un’opera di tipo intimistico ed autobiografica nella quale la conduttrice ed attrice televisiva condivide con i suoi lettori aspetti della sua vita personale. In questo caso i suoi amori passati ed il rapporto che la stessa ha con questo sentimento.

Potrà essere amata o odiata indistintamente, ma è fuori da ogni discussione che Barbara D’Urso sia tutt’altro che una scrittrice inesperta. Il suo modo di esprimersi semplice e diretto arriva al cuore della gente con facilità e non ci stupiremmo affatto di vedere il suo libro tra i più venduti delle prossime settimane. In “Ma credo ancora nell’amore”, in vendita dal prossimo 27 novembre, Barbara e le sue amiche si trovano in una casa in riva al mare e si fanno delle confidenze.  Ancora una volta si tratta di un libro nel quale l’autrice da spazio a storie vere e comune, inserendo in questo contesto anche le sue storie.

Tra una puntata in cucina e la sistemazione della casa, Barbara confessa ciò che non ha mai fatto: i suoi amori e le sue passioni. Le sue storie importanti, molto poche, ed anche quelle sbagliate e mancate. Un mezzo per eliminare dall’equazione quel gossip di cui lei è contemporaneamente vittima e fautrice nei confronti di terzi. Un modo più che altro per dire finalmente la verità. Utilizziamo le sue parole per spiegare la motivazione alla base di questo libro:

[Per]raccontare i miei amori, le storie importanti – pochissime -, le storie mancate, quelle sbagliate, quelle impossibili. Liberandole, finalmente, da quell’aura di gossip insopportabile con cui sono state malamente raccontate da altri, per renderle invece nella loro verità, molto più bella, molto più brutta, ma comunque vera. La mia verità. Tutte storie con un inizio fantastico, uno svolgimento complesso, e una fine drammatica. Perché difficilmente nelle vere storie d’amore, quelle delle donne che amano tanto – troppo? – c’è il lieto fine.

Photo Credit | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>