Autopromozione: come vendersi al pubblico

di Giada Aramu Commenta

Dopo aver dedicato un articolo all’autopubblicazione ci sembrava giusto e doveroso affrontare un altro spinoso argomento che affligge e preoccupa tutti gli scrittori esordienti: l’autopromozione.

Se abbiamo infatti deciso di pubblicare da noi la nostra opera prima, e camminare così sulle nostre gambe, non potremo godere di una “sponsorizzazione” mirata al pubblico di solito offerta dalle case editrici e far conoscere il nostro libro ai lettori sarà solo, ed esclusivamente, affar nostro… Come farsi conoscere allora? Come sventare il pericolo dell’invenduto e del totale anonimato?

Per aiutarvi ad “uscire dal guscio” abbiamo pensato di fornirvi pochi ma semplici consigli:
Aprite un blog e un profilo su Facebook che parli solo, ed esclusivamente, della vostra immagine di scrittore. All’inizio è indispensabile l’aiuto dei vostri amici e parenti, soprattutto nel campo dei social network dove potrete ampliare le conoscenze grazie al vecchissimo, ma sempre validissimo, passaparola. Create un profilo professionale da aggiornare con frasi tratte dal vostro libro o massime degli scrittori che amate di più e chiedete ai vostri amici di farvi un po’ di pubblicità, questo vi aiuterà ad ampliare il vostro raggio di azione a costo zero.
Inviate il vostro libro (in formato PDF) a siti e blog che si occupano di recensioni o riviste letterarie. Il vostro contributo sarà importante per entrambe le parti: voi vi farete un po’ di pubblicità (sempre gratis) e i siti di informazione e contenuti avranno del buon materiale con il quale intrattenere i loro lettori… Meglio di così…
Fate del volantinaggio creativo. Se siete tipi creativi e amate le sfide perché non provare il volantinaggio? Scegliete la pagina del vostro libro che amate di più, fotocopiatela e… vestite i panni dei vostri personaggi principali. Un esempio? Vestitevi da infermieri se il vostro libro è ambientato in un ospedale o ha a che fare con la medicina, da militari se è ambientato in guerra o da dame e duchi se lo scenario risale all’elegante Ottocento. Insomma, giocate con la fantasia e mettete in piazza il vostro romanzo fornendo, a fondo pagina, il vostro contatto FB per aiutare il vostro mini-lettore a trovarvi e contattarvi per scambiare due chiacchere e acquistare il vostro libro.

Osate, osate, osate scrittori!

[Photo Credits binarydollar.com]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>