Andrea Castellani: scrive libro su Yara e Sarah e viene convocato dai carabinieri

di Valentina Cervelli 3

Scrive un libro su Yara Gambirasio e Sara Scazzi e viene convocato dai carabinieri per chiarire la sua posizione rispetto alla scomparsa della prima. Non si tratta di una storiella inventata: è quello che è capitato ad Alessandro Castellani, scrittore di romanzi italiano. Non ha mai conosciuto le vittime, è infermiere di professione, e si è dovuto sottoporre al test del dna per fugare i sospetti su di lui.

Nel suo libro, il terzo della sua produzione personale, Castellani affronta i due delitti più efferati degli ultimi due anni, romanzando la vita delle due ragazze, ipotizzando la loro musica preferita, ed alcune altre circostanze relative alla maggior parte dei giovani d’oggi. Il problema è che l’uomo, che vive a Castiglion Fiorentino insieme alla moglie ed alla madre, è stato così bravo da averci azzeccato. Stuzzicando la curiosità degli inquirenti di Bergamo.

A loro le informazioni sono arrivate tramite la famiglia di Yara, al quale Andrea Castellani ha spedito una copia del libro, ancora privo di editore, al fine di metterli al corrente del suo lavoro. Così come fatto per la piccola Sarah. Solo che invece dei complimenti, si è visto chiamare dai Carabinieri del suo paese che su mandato di quelli bergamaschi volevano sapere come avesse fatto lo scrittore a conoscere dettagli noti solo agli inquirenti fino a quel momento.

Il comportamento delle Forze dell’ordine è stato cortese e professionale e lo scrittore si è prestato senza problemi, anche se la richiesta di per se stessa ha comunque creato un po’ di malumore, essendo considerata, giustamente, decisamente strana. Racconta l’autore:

Nel libro ho scritto che Yara ama i Modà, ha una nonna che cucina benissimo e che voleva iscriversi al liceo scientifico. Si tratta di un romanzo, e queste sono ipotesi, che prendono vita dalla mia ispirazione di scrittore. Chi è che non ha o non ha avuto una nonna grande cuoca? Chi fra i giovani non apprezza un gruppo come i Modà? Insomma sono fattori di grande condivisione, ho avuto fortuna e intuito a coglierli.

Il libro, che può contare sulla prefazione di Candida Livatino, la grafologa più volte intervenuta sui due casi, è una sorta di diario immaginario delle due ragazze.

Commenti (3)

  1. Sapete che fine ha fatto Castellani????????????????

    1. no, onestamente, ma tenteremo di informarci in merito. 🙂

  2. …ha perso il lavoro…..mentre in America concedono 4 Milioni alla Sig Amanda ( che come minimo ha fatto rimanere in carcere una persona innocente per 21 giorni)…..e come non bastasse non ho ricevuto scuse da nessuno….sono passati 5 mesi e chiaramente il mio Romanzo è solo fantasia..!!ma che dire..cosi gira il Mondo…….scrivi un Romanzo per dare luce a due anime volate in cielo con troppo anticipo e vieni interrogato..trattato come un sospettato di omicidio, perdi il lavoro….e puoi diventare una nuova vittima uccisa dall’indifferenza al tuo dolore. I giornali, le tv…ne hanno dette di tutti i colori su di me…..ma ora nessuno dice che il mio Romanzo è una meravigliosa fantasia che concede a Sarah e Yara di realizzare i sogni rubati,..attraverso delle righe scritte con il cuore. Ma va bene cosi….questo è il paese in cui viviamo……!!!!ciaooo Valentina……per inciso ” Yara e Sarah le nostre vite rubate” è il mio terzo romanzo in due anni. sempre per inciso….mi hanno chiesto di scrivere 2 libri autobiografici per scopo benefico…..ma non ho una casa editrice che mi conceda un contratto…….e sempre per inciso mi hanno chiesto frasi da scrivere per varie cose.l’ho fatto con il cuore senza chiedere un centesimo nonostante io sia senza lavoro. Ma ho fede..molta fede e questo mi regala il sole ad ogni mio risveglio. ciaoo Valentina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>